BREAKING NEWS


Come calcolare la liquidazione del TFR


Il Trattamento di Fine Rapporto è un compenso in denaro che viene corrisposto dal datore di lavoro al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro.

Il calcolo del TFR viene eseguito sulla base dei mesi lavorati o frazioni di mese con un minimo di 15 giorni. Nel computo del TFR rientrano tutti gli elementi retributivi che hanno natura tipica, normale e ripetitiva e non occasionale, fatta eccezione per i contratti collettivi che prevedono un diverso trattamento. Sono dunque nello specifico: gli aumenti periodici di anzianità, le provvigioni, il minimo contrattuale, la maggiorazione turni, i superminimi, i premi presenza, il cottimo, l'indennità maneggio denaro, i valori mensa, importi forfettari, indennità.
Il tfr mantenuto in azienda rispetto ad un fondo pensione rappresenta per l'azienda una fonte di autofinanziamento di primaria importanza; esso richiede infatti un tasso di rivalutazione inferiore al costo del debito e del capitale proprio.


Malattie ed infurtuni nel calcolo del TFR


Ai fini del calcolo del TFR vengono computate anche altre voci come la malattia e l'infortunio che vengono considerate normali giornate lavorative con lo stesso stipendio.

L'inflazione nel calcolo del TFR

Per l'adeguamento al tasso di inflazione al 31 dicembre di ogni anno la somma complessivamente accantonata, viene rivalutata mediante un meccanismo di indicizzazione a base composta, costituito da due tassi: un tasso a misura fissa dell’1,50% ed un tasso a misura variabile pari al 75,00% dell' aumento (rispetto al mese di dicembre dell'anno precedente) dell’indice dei prezzi al consumo accertato dall'ISTAT.

L'ammontare della rivalutazione annua costituisce una base imponibile separata che è soggetta a imposta sostitutiva dell'11%. Dall'importo annualmente accantonato si detrae poi il contributo previdenziale a favore del Fondo di Garanzia nazionale per il trattamento di fine rapporto, calcolato sull'imponibile previdenziale dell'anno che attualmente è lo 0,50%.


Per il calcolo del TFR, la retribuzione presa in considerazione è l'insieme delle somme corrisposte dal dipendente: non vengono invece conteggiati i rimborsi spese. 


Il calcolo del TFR


Il tfr maturato in un anno è pari alla retribuzione annuale, comprensiva di tredicesima e quattordicesima, divisa per 13,5 (esempio: per una retribuzione mensile pari a 1000 € la quota di tfr annuale accantonata è 1037 € rivalutata annualmente). il metodo di calcolo del tfr non può essere modificato in meglio ma solo in peggio secondo accordi e contratti collettivi. 

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88