BREAKING NEWS


Obbligazioni Unicredit 16 tv tlx


L'obbligazione Unicredit 16 TV TLX CAP & FLOOR 31.03.2016 EUR ("UNICREDIT S.P.A. 2010 - 2016 OBBLIGAZIONI A SEI ANNI CON CEDOLE VARIABILI TRIMESTRALI INDICIZZATE AL TASSO EURIBOR A 3 MESI, CON VALORE MINIMO (FLOOR) par i al 2,00% ANNUO E VALORE MASSIMO (CAP) PARI AL 4,10% ANNUO SERIE 06/10") è un'obbligazione bancaria emessa da UniCredit S.p.A. in Euro. Il titolo corrisponde cedole variabili determinate e pagate con frequenza trimestrale, ognuna compresa tra un valore minimo pari a 2% (Floor) e un valore massimo pari a 4.1% (Cap) del valore nominale su base annua stabiliti all'emissione.


E' previsto il rimborso del 100% del valore nominale alla scadenza, il 31.03.2016. In Italia è stato pubblicato il Prospetto a seguito della approvazione da parte della Consob. Il Prospetto in lingua italiana è reperibile sul sito internet dell'Emittente. Tutte le informazioni finanziarie e contabili dell'Emittente sono reperibili sul s ito internet www.unicreditgroup.eu. Il titolo è soggetto al diritto italiano e, in caso di controversie, il foro competente è quello di Milano o nel caso di "con sumatore", art.1469 - bis c.c. , il foro competente potrà essere, a scelta dell'investitore, quello della sede legale dell'emittente oppure quello di residenza o domicilio elettivo dell'investitore.

 Caratteristiche obbligazioni Unicredit 16 tv tlx

 

Acquistando un titolo di credito (obbligazione bancaria) si diviene finanziatori della società emittente e si ha diritto a pe rcepire periodicamente gli interessi o i premi previsti dal regolamento dell'emissione e, alla scadenza o alle date prefissate, al rimborso del capitale prestato. E' un titolo complesso: i pagamenti previsti sono infatti collegati all'andamento di determinati prodotti finanziari e/o al valore delle opzioni sottostanti. Rispetto ad un'obbligazione plain vanilla, cioè non complessa e pr iva di componenti derivative, l'investitore può ottenere un rendimento superiore, commisurato all'andamento del prodotto finanziario sottostante, a fronte però del rischio di percepire rendimenti inferiori a quelli di mercato o in taluni casi anche nulli.

 Sottostante dell'obbligazione Unicredit 16 tv tlx

 

Il sottostante dell'obbligazione Unicredit 16 tv tlx è il tasso Euribor 3m (EURO Inter Bank Offered Rate, tasso interbancario di offerta in euro; Codice Bloomberg: EUR003M) è un tasso di riferimento, calcolato giornalmente, che indica il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in Euro tra le principali banche europee con scadenza 3 mesi. Tutte le informazioni relative all'Euribor sono reperibili sul sito internet www.euribor.org e pubblicate sui maggiori quotidiani finanziari.

Cedola obbligazioni Unicredit 16 tv tlx

 


La cedola è determinata e pagata su base trimestrale. L'importo della cedola è pari al valore nominale per il tasso Euribor a 3 mesi, pro rata temporis. Ogni cedola sarà compresa tra un valore minimo pari a 2% ed un valore massimo pari a 4.1% del valore nominale su base annua. La cedola verrà determinata 2 giorni lavorativi antecedenti la data di inizio godimento.

 

Principali rischi per le obbligazioni Unicredit 16 tv tlx


Rischio di tasso d'interesse: Alla scadenza il prezzo dell'obbligazione è pari al 100% del valore nominale. In assenza di altri fattori di rischio che influenzino il prezzo dell'obbligazione e prima della scadenza, un aumento dei tas si di inter esse può comportare una riduzione del prezzo dell'obbligazione. Il rischio è tanto maggiore, quanto più è lunga la vita resid ua a scadenza.

Rischio Opzione: Acquistando l'obbligazione l'investitore vende all'emittente opzioni sul Sottostante dalle quali d ipende il valore delle cedole variabili. In particolare, la presenza di tali opzioni limita il valore massimo di ogni cedola variabile a 4.1% su base annua del valore nominale e non consente di beneficiare interamente di elevati aumenti del Sottostante . In oltre, l'investitore acquista opzioni sul Sottostante che consentono di ottenere, qualora il Sottostante risulti inferiore a 2%, una cedola pari a 2% su base annua del valore nominale. In assenza di altri fattori di rischio che influenzino il prezzo dell' obbligazione e prima della data di determinazione dell'ultima cedola, una variazione del valore di tali opzioni, corrispondente ad una maggiore probabilità che le cedole variabili siano quanto più su periori a 2% e/o quanto più vicine a 4.1% su base annua, può comportare una riduzione del prezzo dell'obbligazione.

Rischio emittente: Acquistando il titolo l'investitore diviene finanziatore dell'emittente e si espone al rischio che questo diventi insolvente e che quindi non sia in grado di onorare gli impegni di pagamento. In assenza di altri fattori di rischio che influenzino il prezzo dell'obbligazione e prima della scadenza, un peggioramento della situazione finanziaria dell'Emittente o del rating può comportare una diminuzione del prezzo dell'obbligazione.

Rischio di liquidità: In presenza di eventi straordinari, prima della scadenz a può essere difficile per l'investitore vendere o liquidare le obbligazioni o ottenere informazioni attendibili sul loro valore.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88

-->