Nexyiu ha smesso di pagare - Maxi inchiesta parte 2


Prosegue l'inchiesta su Nexyiu allo scopo di portare alla luce tutte le novità. Precisiamo che tutti i dati sono reperibili pubblicamente su internet o all'interno dei gruppi di messaggistica Nexyiu aperti a tutti gli affiliati e potenziali clienti/reclutatori. Pur trattandosi di un lavoro svolto con la massima professionalità possibile si tratta di un'inchiesta amatoriale.

Nexyiu, soldi moltiplicati per 3

Nexyiu è una truffa! Opera nel mercato italiano raccogliendo dei soldi con la promessa di restituire il triplo del capitale investito entro i 3 anni (questo già dovrebbe suonare come qualcosa di assurdo) senza essere un’impresa di investimento autorizzata dalla CONSOB; le imprese di investimento autorizzate si trovano, sempre aggiornate, a questo link.

Ovviamente le classiche avvisaglie da cui stare in guardia in caso di truffa, aderiscono perfettamente all’iter di Nexyiu. (Consob: abusivismi finanziari come riconoscerli)

L’azienda gioca in punta di piedi sul filo del rasoio e l’espediente utilizzato fino a pochi mesi fa sta per essere smascherato, perché chiaramente illecito. Un comunicato del 22 aprile redarguisce chi non è ancora allineato all’ultima versione: ora si deve dire che Nexyiu è una shopping community, perché regala dei crediti con lo scopo di canalizzarli nei servizi offerti dall’azienda.

Certo! Un concorso a premi per cui devi aprire un conto a Malta per triplicare soldi spendibili ovunque, e in cui puoi avere dei compensi fissi mensili iscrivendo altre persone. La si può chiamare in qualsiasi modo ma resta sempre una truffa mascherata in altre forme. Lo “scopo” è quello di spendere nei servizi Nexyiu, poi se l’utente “canalizza” i crediti altrove fa nulla. Immaginate se vi avessero presentato un anno fa Nexyiu dicendovi “abbiamo un sito che rivende prodotti tipo Amazon ma esponenzialmente più piccolo, più caro e lento nelle spedizioni… oltre a questo non ci sono altri servizi attivi”, chi si sarebbe iscritto? 

Chiaro anche perché non convertono più i crediti in Euro ma si possono usare solo su Avyium? Strategia Nexyiu: cambio regole-incertezza-guadagno tempo e soldi

Poco più avanti il comunicato specifica: “Prima di essere fatto nuovo invio (visto che l'estrazione dei nominativi delle richieste è unica e così anche l'invio verso i due provider) però, è necessario che il precedente sia concluso e non in corso”.



Ahhh…allora tutto torna! Ma gli affiliati sanno che per ricevere i crediti devono essere estratti? Secondo quali criteri? Dov’è il regolamento? Quanto dura l’estrazione dei nominativi? Quanto tempo passa tra l’estrazione e l’accredito al provider? I 30 giorni garantiti dalla richiesta dei crediti sono il tempo impiegato per l’estrazione o per vedere i soldi nel conto? Oltre questo termine posso chiedere il rimborso all’assicurazione? Vengono estratti tutti gli affiliati o solo alcuni?


L’articolo potrebbe terminare qui ma, per chi non crede nelle leggi dello Stato, vogliamo mettere il dito nella piaga.

Le lunghe ombre che hanno avvolto Nexyiu come se fosse, agli occhi degli adepti, una sorta di istituzione superiore si stanno pian piano diradando in quella che è la più cruda e prevedibile realtà.

Precedentemente è stata fatta luce su quelle figure che compongono, a livello legale, l’azienda; sia la S.r.l. che la S.p.a, oltre alla società “madre” maltese. Inutile ribadire che nessuno si è inventato nomi e riferimenti giudiziari, è tutto documentato nero su bianco. [vedi “Chi c’è dietro Nexyiu - maxi inchiesta”]

Considerato lo scalpore suscitato dai precedenti articoli, è bene ricordare che anche quest’ultimo deve essere contestualizzato nel momento in cui viene pubblicato, ovvero a metà aprile 2021.

Questa precisazione va fatta perché le realtà che si muovono tra i limiti e le zone d’ombra della legge sono mutevoli, per ovvi motivi legati al loro operato e per sfruttare al massimo le incertezze ed il tempo che resta prima che la giustizia faccia il suo corso. Più concretamente significa che la struttura, le persone, le sedi e i meccanismi interni possono sempre mutare per riuscire ad andare un po’ più in là nel tempo e racimolare più soldi possibile.

In questo momento in Nexyiu regna abbastanza confusione: nei mesi scorsi c’è stato un primo cambio del provider con non poche difficoltà per gli utenti, su Trustpilot le recensioni (vere e false) stanno diventando una specie di partita tra chi riceve sempre tutto e chi non riceve nulla da mesi, nei social ufficiali di Nexyiu ogni commento negativo viene prontamente cancellato; nelle chat interne dei vari gruppi Telegram c’è chi si lamenta per il ritardo dei crediti, chi cerca di rassicurare, chi chiede spiegazioni e chi cerca di calmare gli animi, ma…andiamo con ordine.

La precedente “maxi-inchiesta” si basava su tutto ciò che è ufficiale e consultabile da qualsiasi persona, qui sotto andremo a scavare più a fondo, per capire cosa succede all’interno di Nexyiu non soffermandoci solo sui documenti.

 

LA SEDE DI NEXYIU

Ogni grande e piccola azienda ha una sede, ma Nexyiu proprio non vuole farsi trovare, ed è stranissimo come una realtà che punta sull’affiliazione e la pubblicità tramite passaparola faccia di tutto per nascondersi. È storia recente la finta sede in via Diaz 2 a Verona, come è altrettanto vero che poco dopo l’uscita della “maxi-inchiesta”, su Google la localizzazione che portava in via Diaz sia sparita e, dopo un po’ di tempo, ricomparsa altrove vicino Piacenza.
Più precisamente in via Berlinguer 59, 29020, Settima (PC). Come accaduto in precedenza anche questa sede è fittizia, risulta invece un’altra azienda che si occupa di serramenti.
In una chat interna, viene pubblicata la foto di un campanello con scritto NEXYIU ITALIA SRL, facendo pure il verso a “chi ci vede solo un bar”, richiamando la sede fasulla di via Diaz.


L’immagine però non proviene dal famoso portone accanto al bar in centro Verona ma da piazza Vittorio Veneto 40 a Bussolengo (VR). Sono oscurati alcuni campanelli perché riferiti a persone fisiche che ci abitano, mentre le altre aziende presenti nello stabile le potete googlare per verificarne l'indirizzo. La foto è stata verificata in zona gialla a febbraio, come anticipato non è escluso che ora sia cambiata o che toglieranno a breve il nome sul campanello per non farsi trovare; considerata la rabbia degli utenti, ci sentiamo addirittura di consigliarlo.


LE EMINENZE GRIGIE

La precedente “maxi-inchiesta” riportava il nome del commercialista presidente del collegio sindacale della S.p.a. ora non più visibile, perché l’interessato ha chiesto a Marketmovers il diritto all’oblio, ulteriore avallo (qualora ce ne fosse davvero bisogno) che quanto riportato corrisponde a realtà.

Tornando nel veronese, dove è stata scattata la foto al campanello, incontriamo il primo volto noto di Nexyiu. Non compare in alcuna visura ufficiale, ma Mina Palumbo è a tutti gli effetti la prima ideatrice, assieme al defunto marito Rossano Galantini, di Nexyiu. Si occupa da sempre di network marketing (vedi WellStar Italia, BeHappy Club) e, per coincidenza, risiede proprio a Bussolengo. L’ufficio vicino casa ci sta tutto se sei a capo di una multinazionale pronta a conquistare a breve Grecia, Spagna e chissà quanti altri Paesi!

Altro volto noto, forse più degli altri, è Christian Raggi; esponente di rilievo di Nexyiu, anche lui con pregresse esperienze nei network marketing, tra cui la famosa Jeunesse finita in tribunale negli USA per schema piramidale (https://www.truthinadvertising.org/jeunesse-global-pyramid-scheme-claims/ e https://www.gazzettadiretta.com/tina-jeunesse-schema-piramidale/). Raggi è tra i più attivi nei vari webinars di Nexyiu e su YouTube, ha un ruolo influente perché tra i più alti in grado in qualità di “7 stars”.
Fin qui, a dire il vero, nulla di scandaloso, la Palumbo (ideatrice di Nexyiu) e Raggi (il braccio destro) ne escono puliti e ci mettono spesso la faccia sia verso l’interno che l’esterno dell’azienda; la domanda è…perché non compaiono in nessun documento ufficiale pur essendo parti attive e rilevanti in Nexyiu? Lasciamo a voi le considerazioni.

Figura spesso citata è Alfredo Mauro Bo, “7 stars”, anche lui con un curriculum invidiabile

, presidente di un’azienda che ha architettato una truffa internazionale riguardante il noleggio auto (spiegato anche perché i servizi auto di Nexyiu non sono utilizzati da nessuno); sul caso Dexcar non ci dilungheremo perché è già stato ampiamente documentato. (Dexcar truffa o reale opportunità di avere un auto gratis?Striscia la notizia Dexcar)

 

I TENTATIVI DI INSABBIAMENTO

Citando sempre la “maxi-inchiesta”, ai vertici Nexyiu ha dato parecchio fastidio che fossero venuti a galla i dettagli della Four Business Financial & Consulting LTD, i nomi di Marco Solarino e, soprattutto, Matteo Settembrini sono risultati piuttosto scomodi tanto che, nelle chat interne, un comunicato del 6 aprile smentisce ogni collegamento con la società maltese. 


Va tutto alla rovescia!

Fino a poco tempo fa la discendenza Nexyiu dalla Four Business Financial & Consulting LTD era motivo di vanto, tanto che nei moduli e documenti ufficiali compariva in continuazione. Anche il sopra citato “Chrys” Christian Raggi nel 2018 pubblicava i moduli di pre-adesione a Nexyiu dove veniva sempre citata la capostipite  e si poteva addirittura fare direttamente il bonifico a Malta; anzi Nexyiu è un marchio registrato della Four Business LTD, tanto che viene riportata anche nel codice etico aziendale.

Siamo sicuri che sia una notizia falsa il collegamento con la Four Business Financial & Consulting LTD? ..e tutti i webinar in rete dove viene detto che la società maltese ha anni di esperienza internazionale nel business, come se fosse una garanzia della bontà di Nexyiu?
Quello che segue nello stesso comunicato è, a dir poco, paradossale: “Le vicende giuridiche dei nostri collaboratori non ci riguardano fintanto che non sono correlate alla nostra attività”…e Dexcar di Alfredo Mauro Bo? …e tutti quelli


documentati nella “maxi-inchiesta”? …e questi sono solo quelli noti!
Il punto successivo del comunicato sancisce come le attività pregresse dei collaboratori non sono affare di Nexyiu salvo che non siano illegali, e meno male! Altrimenti in un colpo solo facevano fuori anche il socio di maggioranza della S.p.a. Amos Piran e il sempre attivo Raffaele Battisti.
La situazione negli ultimi giorni su diversi siti di recensione sta diventando insostenibile per Nexyiu e, sempre nelle chat interne, si chiede “in questa fase delicata” di non associare il nome Nexyiu alla propria persona. In pratica si stanno cominciando a delineare le
vie per una fuga in grande stile, senza nomi e senza colpevoli, ma non tutti i collaboratori sembrano rendersi conto e qualcuno ingenuamente chiede “Io non capisco, associando il nome Nexyiu a me o alla rete quale potrebbe essere il problema? …perché dovrei avere paura?”; le indagini degli organi preposti stanno inesorabilmente avanzando ed è fondamentale lasciare meno tracce possibili. (Non possiamo pubblicare le frasi riportate perché prese dalle chat Nexyiu con nomi e cognomi degli scriventi).


 

IL CAMBIO DEL PROVIDER

Il malcontento viaggia soprattutto ai livelli più bassi, va a toccare sul vivo quelli che “Cosa me ne frega di chi c’è dietro Nexyiu, come funziona e dove prendono i soldi! Io ci guadagno!”. Andava tutto abbastanza liscio fino a quest’estate, i crediti arrivavano con un po’ di ritardo più o meno a tutti e la novità della Mastercard fisica, con cui si sarebbe potuto spendere ovunque senza più bisogno delle gift cards, è stata motivo di orgoglio e una spinta al reclutamento senza eguali, fino a quando il meccanismo si è inceppato.
La carta non è mai arrivata, però gli affiliati sono stati costretti ad aprire un conto corrente a Malta per avere la carta virtuale con il provider Em@ney Plc, il cui titolare è l’italiano Germano Arnò; manco a dirlo i disservizi e le lamentele sono state talmente tante da far crollare il palco in pochissimo tempo (non è ancora chiaro se per strategia di Nexyiu o per le lacune di Emoney), costringendo Nexyiu verso l’accordo con un nuovo provider. Durante la permanenza con Emoney però si cercava di tranquillizzare le downline con frasi del tipo: “ci stiamo ingrandendo tantissimo”, “stiamo aprendo tutti il conto nello stesso momento e ci vuole pazienza”, “siamo talmente tanti che devono fare gli straordinari per accreditare le mensilità” e tante altre bugie per giustificare i costanti ritardi e disservizi.
Un nostro contatto che si occupa di big data in Italia, per conto di istituto di credito che opera in tutta Europa, ci fa sapere che le 100mila operazioni di bonifico possono avere un delta variabile che va dalla mezza giornata (per le banche più grosse) ai 3 giorni come massimo (per quelle più piccole), giusto per dare un ordine di grandezza.

Le scuse stanno a zero quando viene usata la solita storia per non pagare perché “siamo quasi 100mila utenti, pensate quanto tempo ci vuole per fare tutte le operazioni”, la risposta è: se tutto va male 3 giorni, con una banca seria però!
Ipotizziamo che con i provider sgangherati scelti da Nexyiu ci voglia di più, ma in ogni caso, a farla grande, in 5 giorni lavorativi le 100mila operazioni dovrebbero essere normale amministrazione; altro che le settimane di grande lavoro!
Tirando le somme, tutto il clamore per il “cambio epocale” dichiarato a gran voce dai “5-6-7 stars” perché “si fa la storia”, “dobbiamo ragionare in grande, qualche ritardo è solo un piccolo prezzo per qualcosa di straordinario” si infrange dopo appena 4 mesi (una lungimiranza invidiabile)…o era solo l’ennesima strategia per abituare gli utenti al solito giochino: cambio regole-incertezza-guadagno tempo e soldi?

PAYTAH PIENO DI SCAM

Considerata fallimentare la parentesi Emoney il nuovo provider è ora PayTah. Cos’è PayTah?

E’ il provider bancario della Phoenix Payments LTD e si ritorna sempre a Malta! Anche questa società come la “mamma di Nexyiu” Fuor Business Financial & Consulting LTD è inserita nell’inchiesta Paradise Papers (https://offshoreleaks.icij.org/nodes/55075449). I dati riportati in questo link fanno riferimento ai file dell’inchiesta di fine 2016 e qualche nome è cambiato (fonte offshorealert), tuttavia gli schemi sono sempre gli stessi, un maltese (in origine Geoffrey Mifsud Farrugia e attualmente Keith Farrugia) con molte partecipazioni in altre società, un italiano con residenza in Svizzera (Marco Lavanna), proprietario di una Holding a Lugano, la “Fenice Holding SA” (ricordate le SA nella “maxi-inchiesta”, le società mantello?) e uno spagnolo Francesc Xavier Alabart Lopez, tutti legati ad attività finanziarie e società quantomeno fumose.
Un tempismo perfetto! A marzo di quest’anno l’MSFA (l’autorità maltese per i servizi finanziari) ha intrapreso un’azione contro PayTah, per aver accolto dei brokers truffatori nel provider facendone utilizzare i servizi, molte vittime perdevano i loro soldi ed è intervenuta l’EFRI (European Fund Recovery Initiative) che attraverso il proprio avvocato maltese ha sporto denuncia. (https://fintelegram.com/bravo-mfsa-finally-takes-actions-against-payment-processor-paytah/)
PayTah, nonostante l’Authority stia proseguendo le indagini ha - per ora - rimediato solamente una multa di poco superiore ai 32mila euro (https://www.offshorealert.com/phoenix-payments-ltd-malta-fine.aspx); poca cosa, ma considerato il rischio che Malta aveva nell’essere inserita nella “lista grigia” è andata piuttosto bene; poiché i Paesi che vengono inseriti dal FAFT (in italiano più noto come GAFI Gruppo d’Azione Finanziaria Internazionale) nella “grey-list” possono essere potenzialmente inseriti nella black list, la lista dei paradisi fiscali non cooperativi. (fonte Corriere di Malta e http://www.dt.mef.gov.it/it/attivita_istituzionali/prevenzione_reati_finanziari/area_internazionale/fatf_gafi.html)
Da qualche settimana Moneyval (l'organo preposto alle politiche antiriciclaggio nell'ambito del Consiglio che agisce come organo regionale del GAFI), ha ritenuto non opportuno inserire Malta nella “grey-list”, grazie ad un’azione del governo che sta promettendo alla comunità internazionale una maggiore regolamentazione con nuove riforme, per attrarre investitori in buona fede ed eliminare il marcio.

(https://www.businesstoday.com.mt/people/people/1389/moneyval__redemption_in_sight#.YHS0ARMzbVo)

Noi lo speriamo davvero! Renderebbe almeno un po’ di giustizia all’omicidio nel 2017 di Daphne Caruana Galizia che, per chi ha memoria corta, era balzata alle cronache internazionali in quanto esponente dell’ICIJ (International Consortium of Investigative Journalists https://offshoreleaks.icij.org/) la cui inchiesta più importante è proprio “Paradise Papers” (sì, proprio quella in cui sono inseriti la Fuor Business Financial & Consulting LTD di Nexyiu e la Phoenix Payments LTD di Paytah), per la quale è stato conferito il premio Pulitzer nel 2017, qualche mese prima che la sua auto saltasse in aria. (https://www.repubblica.it/esteri/2017/10/16/news/malta_giornalista_uccisa_da_un_autobomba-178462897/, https://www.affarinternazionali.it/2020/01/vivo-perche-sia-fatta-giustizia-mia-madre-daphne/ e https://www.globalist.it/world/2020/10/16/tre-anni-fa-moriva-daphne-caruana-galizia-giornalista-uccisa-dalla-mafia-di-stato-2066259.html)

Capito perché PayTah, Emoney e la stessa Fuor Business Financial & Consulting LTD sono maltesi?

PayTah, nonostante questo vento di pseudo-regolamentazioni che spira a Malta nelle ultime 3 settimane, è stato comunque segnalato come provider ad alto rischio: un’ottima scelta per tutti gli affiliati che hanno un conto maltese sotto la lente d’ingrandimento, non solo delle autorità locali (per quanto compiacenti a certe leggerezze finanziarie) ma anche di quelle europee; dormiranno sonni tranquilli sapendo i loro soldi al sicuro in un provider che “nega le proprie responsabilità di fronte a gravi negligenze, supporta le truffe e rifiuta di dare assistenza alle vittime”. (https://fintelegram.org/scam-facilitating-maltese-payment-processor-paytah-refused-to-recognize-its-legal-responsibility/).

La situazione non sembra migliorare, i crediti arrivano con fortissimi ritardi e a macchia di leopardo, in modo che ognuno, confrontandosi con altri aderenti alla community di Nexyiu, abbia feedback sempre diversi (problemi nel caricamento dei documenti per aprire il nuovo conto, difficoltà con il provider, crediti non riscuotibili, gente a cui arrivano i soldi e altri in attesa da mesi), . L’importante è che la confusione e la speranza di non aver finito il gioco, aiutino a guadagnare tempo per riscuotere la successiva rata dell’abbonamento (quelle sì puntuali) per ottenere la liquidità necessaria ad aprire il rubinetto delle spettanze scadute agli affiliati, cambio regole-incertezza-guadagno tempo e soldi.

Ricordate quanto detto poco sopra dagli “stellati” per giustificare i ritardi di Emoney? Copiate e incollate per PayTah, stessa presa in giro, tutto torna!

La nuova scusa aggiunta è che l’allineamento tra Paytah ed Emoney ha bisogno di tempo (più di 2


mesi?!?!?!) e che il processo è molto complesso e si deve aver fiducia in Nexyiu, “state tranquilli, è una situazione di cambiamento e Nexyiu sta facendo di tutto per darci qualcosa di straordinario”, dicono con fierezza i capetti, “l’azienda è super sana ed ha un potere economico nelle proprie tasche impressionante”. Neanche ci provano a spiegare i motivi, e due sono le cose: o prendono tutti per scemi che non sono in grado di capire, o stiamo sconfinando in atti di fede a stampo religioso (lo facciamo per portare il benessere nelle famiglie, dicevano).
Attendiamo il prossimo “passaggio epocale” per “fare la storia” fra qualche mese… si accettano scommesse!

 

IL MALCONTENTO

Nelle chat interne vige il divieto assoluto di lamentarsi per i ritardi, di chiedere delucidazioni e di esporre i problemi. Non è proprio il caso di avere un sacco di gente arrabbiata che si coalizza contro, meglio rimbalzare ogni singolo problema in privato allo sponsor di riferimento; non provate a farlo nelle chat di gruppo o verrete subito tacciati! Le chat servono solo per le comunicazioni importanti di Nexyiu, salutare i nuovi arrivati e farsi i complimenti per il conseguimento delle qualifiche e…vivere in un meraviglioso mondo stellato.
Non parliamo nemmeno di chi prova a chiedere il rimborso (c’è l’assicurazione, giusto?) o di cancellarsi.
Nella dashboard di Nexyiu cliccando su “Profilo” e poi “Account” c’è un tasto blu con scritto “Richiedi Oblio” per cancellare l'account. Si possono consumare tutti i mouse del mondo a forza di cliccarci sopra, non succede nulla! Per chi si avventura nella più legittima via della PEC: la casella è piena e le comunicazioni certificate ritornano al mittente; si deve sempre passare per le vie traverse e ufficiose dei “5-6-7 stars”. Giungono notizie di utenti che vogliono, a ragion veduta, troncare qualsiasi rapporto con Nexyiu e non ci riescono perché vengono (come al solito) fatti passare per un’assurda serie di regole inventate dall’azienda per complicare le cose. Chissà quanti dei 100mila sono effettivamente attivi nei pagamenti e quanti hanno disdetto tutto e restano dentro perché rimasti intrappolati. Fortunatamente quanto normato dal Codice Civile non ha nulla a che vedere con tutto ciò ed è sempre legalmente valida la disdetta tramite posta certificata…chiaro perché Nexyiu non la svuota? (https://www.laleggepertutti.it/31574_disdetta-contratto-si-puo-fare-a-mezzo-pec).

SOLO BONIFICI PER EVITARE CHARGEBACK

Pochi giorni fa l’ennesimo ed improvviso cambiamento (da Stripe si passa a GestPay di Banca Sella per

la riscossione delle rate degli abbonamenti) e gli affiliati che devono saldare le rate non hanno, sembra provvisoriamente, la possibilità di farseli scalare dalle carte di credito ma devono effettuare un bonifico direttamente a Nexyiu.  Attenzione! GestPay di Banca Sella, che come Stripe è uno strumento valido e sicuro, ma viene impiegato per la riscossione, non per l’erogazione dei soldi, quelli vanno nei conti offshore a Malta per ovvi “vantaggi” fiscali e di riciclaggio. La Guardia di Finanza non accenderà nemmeno le sirene della volante, è sempre la stessa Nexyiu che ha depositato (forse) una fidejussione al MISE per un concorso a premi fasullo e non ha nessuna autorizzazione per svolgere attività finanziarie, nemmeno da intermediaria; quindi tutto a posto--- Una perfetta equazione che riporta a quanto detto sopra, cambio regole-incertezza-guadagno tempo e soldi. L’unica differenza è che stavolta Nexyiu deve tenere buoni gli affiliati a secco da mesi e quindi viene chiesto, in maniera più bonaria del solito, di comprendere le difficoltà del momento, facendo scendere dal suo traballante trono addirittura Mina Palumbo, già citata sopra.

Questa settimana, proprio quando sembra crollare tutto, Nexyiu tenta il colpo di reni: notizia bomba, Nexyiu ha raggiunto i 100mila iscritti e le spettanze iniziano ad arrivare ai più fortunati (giusto in tempo per non far collassare il castello di carte, si può andare avanti ancora un po’ con il cambio regole-incertezza-guadagno tempo e soldi), la luna nel pozzo.

Il comunicato ufficiale diramato il 14 aprile ha del ridicolo; si promettono dei pagamenti, si fa riferimento alla difficoltà del cambio provider, si rilanciano un sacco di servizi che a breve saranno disponibili per gli utenti (quelli che ci sono funzionano già benissimo) e si mette in guardia da chi infanga il buon nome dell’azienda…SENZA PAROLE.


Le critiche dei fedelissimi Nexyiu sono sempre le stesse; possiamo rispondere a chi replicherà che “quanto scritto è tutto inventato e che non si può capire l’azienda se non si è dentro”, questo articolo contiene solo una parte di prove raccolte per dimostrare l’esatto contrario, anzi continueremo ad accumulare quanto più materiale possibile. L’altra litania ricorrente è quella di voler screditare Nexyiu per favorire business concorrenti; scriveteci quali sono e smonteremo pezzo per pezzo anche quelle (SixthContinent,  Lyoness, Dexcar sono agli atti, quindi truffe già scoperchiate).

Si salvi chi può! Cancellate le prove come da comunicato del 13 aprile!
Soprattutto i collaboratori che hanno pagato i 50€ per guadagnare sul reclutamento dei nuovi affiliati, il confine tra vittime e complici è sottilissimo; ignorantia legis non excusat.
Altri articoli per te:

45  commenti :

  1. Bè? Che succede? Dov'è finita la voglia di difendere a spada tratta,e la celerità nel farlo, dei vari collaboratori in ogni post di siti e pagine fb?
    Opzioni:
    - Ordini dall'"alto" delle 7 stelle di Hokuto
    - Iniziano a sorgere dubbi anche a loro
    - Ci si vergogna di essere stati fregati come polli (che capisco...poi se c'hai portato amici e parenti...) e si cerca di autoconvincersi del contrario,ma non al punto di continuare a metterci la faccia.
    -Altro _________

    RispondiElimina
  2. I commenti su trust stanno diventando sempre più divertenti e assolutamente ridicoli. C'è da ridere sia di quelli positivi che di quelli negativi (purtroppo) ma le recensioni di Antonio g e di Alessandro n fanno veramente spanciare. Chiunque essi siano sarebbe piacevole leggerli anche qua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😉😉😉 NEL GRUPPO IL GATTO é LA VOLPE SU FACEBOOK HANNO SCRITTO CHE QUEI PROFILI SONO FALSI, E FORSE LI HA CREATI QUALCUNO DELL'AZIENDA PER DARE 5 STELLE, VISTO CHE ORMAI STANNO DANDO TUTTI 1 STELLA... 😉😉😉 https://www.facebook.com/paolo.oggero/posts/10222781659622350

      Elimina
  3. Affiliati,e collaboratori di livello medio-basso, per la maggior parte sanno di aver preso una sola,o per lo meno di essere entrati tardi nella piramide...
    La maggior parte aspetta in silenzio sperando di riprendere in buoni ecc almeno i soldi spesi in partenza... Gli altri si stanno facendo la guerra tra chi spera che entrino altre persone per poter andare avanti un altro po'(commenti positivi) e chi fa recensioni negative sperando in un intervento divino di Consob ecc, per ottenere i soldi persi...
    Spiace dirlo,posto che se truffi gli altri sei un pezzente, anche chi crede a ste favole,per quanto abbia ragione a lamentarsi della truffa, dovrebbe prendere atto di essere stato un idiota a crederci,e se la colpa è del truffatore, in minor maniera lo è anche di chi si è fatto fregare da questi quà... Quindi prima bisognerebbe fare anche sto piccolo passo di umiltà verso se stessi,e imparare a leggere bene le cose che si firmano,soprattutto quando ci sono soldi (e affetti...) di mezzo.

    RispondiElimina
  4. E' finito il momento dei monotoni refrain" va tutto bene madama la marchesa". Le prove sono oggettive, inconfutabili e schiaccianti! Consiglierei ai cieli stellati fuffaponziani di cominciare a trovarsi validi avvocati! La class-action è solo una questione di tempo! Le sirene della GdF sono già accese e la polizia penitenziaria alle porte!

    RispondiElimina
  5. CIAO A TUTTI IO SONO PAOLO OGGERO COD.028667 MI POTETE LEGGERE SU TRUSTPILOT, E SUL MIO PROFILO FACEBOOK...

    RispondiElimina
  6. Qualche domanda
    - dove è scritto nel contratto nexyiu/cliente che la società si impegna a convertire tutti i crediti maturati nei 36 mesi in moneta corrente? (credo da nessuna parte ma potrei sbagliare)
    -cosa ne pensate del cambio di nome da "credito" a "token" (credo che la parola token sia più facilmente identificabile con criptovaluta unidirezionale)
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😱😱😱 IO SENTO PUZZA DI INCULATA, CON I TOKEN, MI SA TANTO CHE NON SARANNO NEMMENO + CONVERTITI IN €, MI SBAGLIERò MA SENTO PUZZA ED ANCHE TANTA... 😱😱😱

      Elimina
    2. In quale punto del contratto scritto e firmato l'azienda assicura promette e garantisce di convertire crediti o token in euro? Non ho chiesto cosa dicono o cosa promettono ho chiesto cosa scrivono. Tra credito e token c'è una sottile differenza e credo Ma posso sempre sbagliarmi che il token equivalga a criptovaluta unidirezionale ovvero il valore lo stabilisce l'azienda e lo Spendi solo nell'azienda Non può essere convertito in valuta corrente. Non fraintendetemi io non faccio parte dell'azienda e non sono dalla parte dell'azienda È l'esatto contrario però chiedo semplicemente di capire se in questo specifico momento L'azienda è realmente contrattualmente dalla parte del torto perché finché non c'è scritto che loro convertono valuta corrente e non c'è scritto chi stabilisce il valore del credito o del token stiamo parlando di Aria Fritta, vale solo quello che è scritto poi io Condivido pienamente in tutto quello che dice l'articolo qui sopra e in tutti gli altri scritti in merito a questo stesso argomento però ci si può rivolgere al garante della concorrenza solo con le prove che a livello pubblicitario o di webinar o altro si sia indotto il cliente a pensare che ci può essere la conversione ma nel contratto non c'è scritto poi spero che mi possiate smentire e che sul contratto ci sia scritto perché così tutti quelli che devono avere dei crediti hanno ragione di poterli pretendere convertiti in euro ma se non c'è scritto di cosa stiamo parlando?

      Elimina
    3. delinquenti recidivi che promettono la triplicazione del potere di acquisto e fanno incetta di denaro in maniera subdola ed illecita spingendo le persone a coinvolgere parenti ed amici con l'unico scopo di arricchire se stessi in maniera fraudolenta sono SICURAMENTE dalla parte del torto.
      Tutto il resto è aria fritta.

      Elimina
    4. in caso di truffa sul contratto potrebbe esserci scritta qualsiasi cosa, di fatto è un contratto NULLO, quindi aria fritta.

      Elimina
    5. 😉😉😉 LA POLIZZA ASSICURATIVA CON NOBIS é SUL MIO PROFILO DI FACEBOOK... 😉😉😉 BASTA LEGGERLA... 😉😉😉 https://www.facebook.com/paolo.oggero/posts/10222753781405412

      Elimina
    6. 😉😉😉 LA PAROLA TOKEN HANNO INIZIATO AD USARLA ADESSO, PRIMA ERANO GIFT CARD..., POI SONO DIVENTATI CREDITI, POI GIFT CARD DA PORTARE SU DEI CONTI MALTESI CHE ALLA FINE SONO € 😉😉😉

      Elimina
    7. 😉😉😉 PERò SE SIETE TUTTI ANONIMI IO NON CAPISCO A CHI RISPONDO E CHI NO... 😉😉😉

      Elimina
    8. Se intendi che qualsiasi patto contrario alla legge non ha valore di legge sono pienamente d'accordo con te. Vorrei solo capire da una parte come si fa a firmare un contratto senza leggerlo e dall'altra cosa Sono esattamente i crediti o token di cui parlano perché per quello che ho letto ovunque questi 5 6 7 stelle parlano di crediti non di euro. La maggior parte di loro dice che arrivano i crediti. Se nel contratto c'è scritto che questi crediti corrispondono a criptovaluta unilaterale perché tutti quanti sono convinti di poterla convertire in euro quando legalmente non si può? Perdonatemi probabilmente sbaglio il mio è solo uno spunto di conversazione non vuole essere un giudizio né tantomeno una presa di posizione, questo argomento mi ha incuriosito e quindi cerco di capirlo fino in fondo restando il più possibile equa senza per questo allontanarmi dalla mia posizione che tendenzialmente è contro gli atteggiamenti dell'azienda

      Elimina
  7. La "vision" di nexyiu: arricchimento facile ed immediato, a spese altrui.
    Gentaglia disonesta ed avvezza a questo genere di pratiche.
    Poi i promoter sono di un livello talmente basso da raggiungere quello dei topi da fogna.
    Auguro a tutti questi lerci individui di pagarla cara.
    Per i credenti nonostante tutto: ma non capite come ai vertici siano TUTTI delinquenti? ma cosa vi aspettate da questi ladri?

    RispondiElimina
  8. 😉😉😉 QUI POTETE LEGGERE IL NUOVO REGOLAMENTO SUI CREDITI DEL 2021... 😉😉😉 https://www.facebook.com/paolo.oggero/posts/10222781818426320

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mentre, per Paolo Oggero, io ti capisco benissimo, però se tu (come pare molti altri) ritieni di esser stato truffato dovresti muoverti in altre direzioni, perché a me sembra che tutti quelli che ci son dentro(in Nxu) e che si lamentano e accusano di truffa,non vogliano andare oltre a post su Fb e trustpilot sperando ancora di riprendere i soldi ma con la paura che se davvero denunciano e fanno chiudere la baracca (nell ipotesi che si sia in ragione) hanno la certezza della perdità...
      Quindi se credi di esser stato truffato come dici tu, nessuno ti vietà di scrivere post ecc, ma non vi aspettate che chi di competenza vi risolva i problemi leggendo dei post e in assenza di denuncia o esposto o quello che vuoi.
      Poi non so se tu o altri si siano già mossi in quella direzione,ma Agcom,Consob,Finanza ecc, già faranno fatica a stare appresso alle denuncie che già hanno (nel senso di tutti i tipi, non di Nxu,o truffe,ma in Italia in generale ) e siccome il mondo non gira intorno a Nxu,per fortuna, non ti aspettare che le cose si risolvano semplicemente pubblicando post ovunque da casa senza però denunciare nulla sul serio (ripeto, nel caso tu sia in ragione)...
      Io non ho competenze per affermare con certezza nulla riguardo a legge o diritti su cose del genere,ma so per certo che Facebook,trustpilot,e perché no i commenti qui compresi i miei, a poco servono per risolverti il problema a parte che per sfogarsi...
      Spero tu capisca che anche se io personalmente credo sia un Ponzi, e hai tutta la mia comprensione nell essere arrabbiato, non ti basta quello per avere tutela, non verrà mai nessun da te per tutelarti se tu ufficialmente (non via Facebook) non chiedi di esser tutelato.

      Elimina
    2. Ti faccio un altro esempio stupido Paolo, fatto cosi a c...
      Mio fratello compra una macchina da un concessionario e gli fanno credere che questa farà 50 km con un litro di benz per 10 anni,e mio fratello non capendo nulla di macchine si fida,firma e compra,anche senza vedere nulla che lo provi... Per un anno la macchina gli fa veramente 50km al ltr,e il concess addirittura gli dà 50€ di benzina gratis al mese se fa comprare la macchina a un amico. Io fidandomi di mio fratello, e anche io non capendo di auto, mi affido alle prove che ha lui, firmo senza che ci sia nulla che lo provi cmq,ma basandomi su quello che dice il concess e sulla prova fatta da mio fratello,pago e aspetto.
      Arriva la macchina,ma dopo un paio di mesi sia la mia che quella di mio fratello iniziano a fare 10km/ltr e non più 50 (lo so...per quello ho detto es stupido) e quando lo faccio notare ricevo risposte vaghe, o promesse di km aggiuntivi al litro nei mesi dopo per compensare... Be' alla fine la mia auto non farà mai più 50km al litro,anzi a volte manco parte... Aldilà del fatto che cmq su 4ruote la mia auto manco risulti, e a parte 2 sue slide fuffa che mi ha fatto vedere il concessionario nel suo ufficio, scopro o cmq credo di esser stato raggirato.
      Ecco, per quanto io possa sputtanarlo sul web, o chieda a lui un rimborso invano, otterrò ben poco se non sono io il primo a fare una denuncia ecc.
      Se fosse un auto da 20000€ scommetto che nessuno aspetterebbe mesi per muoversi,ma visto che si parla di 1/2000€ ( Aldilà delle disponibilità che uno ha) tutti tendono a lamentarsi e basta sperando di ricevere qualcosa, dalle stesse persone di cui ormai non ci si fida più(e con la consapevolezza che questo accadrà solo se un sacco di altre persone prendono la fregatura di cui mi lamento). È questo controsenso che ancora non riesco a spiegarmi... o si accetta di aver preso una sola, e si spera di riprender qualcosa prima o poi nei 36 mesi, oppure fai subito una denuncia visto che dici che è mesi che non pagano... Perché,seguendo anche quello di cui parli, se credi di esser stato truffato così non risolvi nulla.
      Io non so cosa hai firmato, e di sto contratto ho visto solo pdf online ecc e posso anche prendere per buono quello che dici a prescindere... la mia vuole essere una critica costruttiva per far capire a chi si lamenta, che il web è un tribunale tanto quanto un collaboratore Nxu è un esperto di finanza che ti fà risparmiare o addirittura guadagnare migliaia di €. ��

      Elimina
    3. 😉😉😉 HO FATTO LA SEGNALAZIONE A STRISCIA LA NOTIZIA, E LORO STANNO INDAGANDO COME ERA SUCCESSO CON DEXCAR, INFATTI DEXCAR DOPO CHE STRISCIA SI LI HA SCOPERTI, POI SI é MOSSA ANKE LA GDF ECC... E POI IL RESTO SI SA... 😉😉😉

      Elimina
    4. Per Paolo Ogg - e 3...
      Forse non hai capito cosa ti ho scritto...
      Ok Striscia,che resta comunque un programma tv,coi suoi tempi e certe dinamiche da seguire (striscia non è l Agcom) ma il succo è sempre quello... tu riponi fiducia sul fatto che Striscia da estraneo di Nxu faccia quello che tu per primo da utente "truffato" non fai.Punto.
      Personalmente penso tu sia in buona fede, però come dirtelo, tu vuoi che il vicino ti chiami i pompieri mentre la tua casa va a fuoco con te dentro, scrivendo al fuoco al fuoco ovunque su internet seduto in quella casa stessa invece di chiamarli tu... e,visto che parli di dexcar, pure che arrivassero i pompieri (striscia) se ormai la casa ormai è bruciata che senso avrebbe ? Non io,ma i più maliziosi potrebbero pensare che stai cercando solo un po' di visibilità, o altri farsi la mia stessa domanda,e vedendoti su Fb ecc non prenderti per niente sul serio.... Spero che ora tu abbia capito cosa sto cercando di farti notare... In caso contrario pazienza, più di così non ti posso fare...

      Elimina
    5. Sig. Oggero buonasera.
      mi permetto di interpretare il consiglio che le stanno fornendo.
      Le stanno consigliando di sporgere denuncia presso gli organi pubblici competenti senza attendere (magari invano) l'intervento di soggetti terzi privati.

      Elimina
    6. Ci tengo a precisare ancora una volta,che non essendoci dentro personalmente e non avendo alcuna qualifica o conoscenza in materia, quello che penso io di nxu vale zero... ma di qualsiasi cosa si tratti non riesco a concepire il fatto di accusare dalla mattina alla sera di essere stato truffato e intasare tutti i post ecc, senza voler poi fare nulla sul serio, o aspettare che se ne occupi un programma satirico... da quel che leggo qui,se confermato, sarebbe una cosa grave, e le cose gravi non si risolvono aspettando che Striscia ci faccia un servizio, con le musichine di sottofondo ecc. Non mi meraviglierei se qualcuno pensasse che vuole solo uscire su Striscia, e non desse importanza a quello che dice, nonostante possa avere ragione...trovo la cosa comprensibile (lamentarsi e accusare un torto subito), ma anche controproducente se non ne seguono fatti concreti da chi si dichiara truffato.
      Mi fregassero la macchina e avessi il video con le facce di chi è stato, andrei col video in caserma, non lo spedirei mica a striscia aspettando che me la ritrovino,e senza denunciarne il furto.

      Elimina
    7. Si però il tuo ragionamento funziona in un mondo ideale, in Italia quante volte dopo denunce su denunce non si muove nulla? E si smuove qualcosa solo dopo il servizio TV

      Elimina
    8. Mondo ideale? No,coerenza con me stesso. Quello che dici è verissimo, ma non è un deterrente,anzi! Come potrei mai pensare che qualcuno si scomodi per un torto subito da me e tutelarmi, se sono io il primo a non volermi scomodare per essere tutelato???
      Mi prendo un pugno in faccia da uno che conosco e non denuncio nulla e poi chiedo di avere giustizia sperando che un passante lo faccia al posto mio mentre io non faccio nulla? Il mio era un consiglio e una constatazione, non credevo fosse così complicato ��. Poi da li, sui tempi e i modi della giustizia possiamo stare qui all infinito, ma non è quello il punto. Denunci un torto per ricevere tutela, non puoi cercare tutela su un torto che tu per primo non denunci, spammando ovunque e facendo affidamento sull intervento divino di Striscia la notizia... e qui chiudo... buone cose a tutti e in bocca al lupo ��

      Elimina
  9. Allora...riguardo al commento sul contratto e i crediti hai pienamente ragione, chi lo ha firmato e ha pagato probabilmente non l ha letto, poi se gli è stato presentato in un altro modo e non ha capito cosa stava firmando è un altro discorso (non per giustificare nulla,anzi,per far capire dove sta la "fregatura"). Quindi, è stato pagato un servizio credendo fosse una cosa e invece era un altra (la società nel contratto si riserva di poter cambiare le condizioni unilateralmente se non sbaglio,cosa poco chiara visti i 36 mesi di durata del servizio,e voi lo avete accettato),e l'idea di ricevere tutti quei buoni o poterli trasformare in € come rendita mensile (tramite banca maltese...qualche dubbio vi sarebbe dovuto venire già li) ha portato tutti a pagare e firmare senza pensarci su un minuto,complice il passaparola del "funziona/funzionerà !!!!" che non ha lo stesso valore legale però di un contratto scritto e firmato (i collaboratori,spesso amici o parenti,a che titolo potrebbero proporti investimenti,se non sono loro dipendenti o persone autorizzate dalla legge a farlo? ) e aggiungo,la cieca fiducia in chi te lo promuove (anche in buona volontà) rassicura te, ma non "l'investimento".

    RispondiElimina
  10. "ormai siamo una multinazionale, non siamo più una startup" così recita l'onesto Raffaele Battisti, amministratore delegato di Nexyiu, nei suoi autoreferenziali webinar a senso unico.
    Una MULTINAZIONALE che cancella di proposito i commenti negativi su Facebook.
    Ma a che livello sono questi?
    Nemmeno il mio macellaio cancella i commenti negativi su Facebook.
    Speriamo di vedere lui ed i suoi soci in affari sporchi alla berlina, visto che siamo a Verona.
    Difficile però, riescono sempre a sfuggire per poi riproporre altre porcate.

    RispondiElimina
  11. Sono un collaboratore nexyiu da ottobre 2019 e da qualche settimana sto mandando email e chiedendo delucidazioni dalla mia upline e altri personaggi + in alto di me, qualcuno dice sempre le stesse cose di attendere e avere pazienza, alcuni non rispondono nemmeno.. Ho iniziato a mettere recensioni negative su trustpilot che vengono cancellate in un battibaleno.. Sono incazzato nero e farò di tutto per gettare fango su questi furbacchioni senza un briciolo di dignita'.. GAME OVER NEXYIU!!!

    RispondiElimina
  12. Io non faccio parte di nexyiu ma credo che serva a ben poco gettare fango. Ci vorrebbe una qualche denuncia almeno al garante della libera concorrenza e del mercato perché tutte queste discussioni proposte esclusivamente su social network o siti internet di vario genere possono magari servire a confrontarsi, a fare chiarezza ma non certo a fermare questa situazione. Nel tuo piccolo se sei un collaboratore e lo sei Diciamo in un certo senso dagli anni d'oro Forse quello che potresti fare di utile per gli altri è fermare immediatamente la tua downline e fare in modo che chi è sotto di te blocchi tutto perché fermare Chi è sopra di te è un po' difficile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che non si getti fango ma che si riportino fatti.
      L'essenziale è diminuire il numero di adesioni a queste catene di sant'antonio.
      Non tutti sono in grado di capire come sia sufficiente la promessa della triplicazione del potere d'acquisto per mandarli sonoramente a fare in cxxo.
      Figuriamoci se aggiungiamo tutto il resto di palle che raccontano questi disgraziati... ancora peggio...

      Elimina
  13. Sisi ho già bloccato la mia downline.. Già avvisato tutti.. Ne vedremo delle belle!!!

    RispondiElimina
  14. una domanda sorge spontanea: tra i vertici ed i seven stars, chi non è ancora un delinquente certificato?
    Solitamente si richiedono le certificazioni per ottenere un lavoro.
    Anche qui devi averle: truffa o bancarotta.
    Essere poi anche un avanzo di galera ti da quel qualcosa in più.

    RispondiElimina
  15. vogliamo spendere anche qualche parola a proposito dell'integerrima Paytah
    su trustpilot
    PAYTAH SEGNALATA ALL’INTERPOL PER TRUFFA

    ���� https://fintelegram .com/former-chief-compliance-officer-reported-maltese-payment-processor-paytah-to-interpol/ (togliete lo spazio)

    Se non sono già delinquenti-i Nexyiu non li vuole ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco la tesi avvalorata.
      Per essere qualcuno in questa pseudo-azienda devi essere un delinquente.
      E' pure logico: solo gentaglia di questo tipo potrebbe discutere ed applicare vari metodi per fottere il prossimo.
      Bisogna avere una certa esperienza, maturata in anni di malaffare.

      Elimina
  16. Non faccio parte di nexyiu e me ne guardo bene dal entrarci però la storia dell'interpol francamente non è che sia postata su quotidiani nazionali O sul Sole 24 Ore. È una notizia priva di rilevanza nazionale e con poca argomentazione a sostegno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sole 24 ore e altre testate nazionali non si occupano di Nexyiu, fenomeno tutto italiano e diffuso in tutte le regioni... Pertanto è difficile che si interessino a società maltesi e semi-sconosciute come Paytah

      Elimina
  17. ma si può essere più idioti dei patron di fexyiu?
    cancellando i commenti su facebook ottengono l'esatto effetto opposto a quello che vorrebbero!
    vedi post con 80 commenti... visibili 20!
    alla fine sono pure ignoranti come delle capre, ma cosa fanno? stanno li tutto il santo giorno a controllare? ma in che stato sono questi?
    delinquenti ed ignoranti.
    State alla larga da questi individui!

    RispondiElimina
  18. Mai letye tante corbellerie tutte insieme. Ma invece di perdere tutto questo tempo a cercare prove per gettare fango...entra e lavora pure tu che non ti farebbe male. La new economy è l' ancora di salvezza per tante persone che sono senza lavoro e si vogliono dare da fare invece di attendere che la manna gli cada dal cielo. In Nexyiu non regalano nulla ma il lavoro è ripagato... sempre. Questo disfattismo è studiato per far restare le persone ignoranti, pessimiste e depresse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "corbellerie" e non ne indichi nessuna, come mai? cosa ci sarebbe qui di falso? spiega!
      cerchi solo di accaparrare soldi facili da dei poveracci!
      "new economy" dove l'hai sentito? dai tuoi capi? non sai nemmeno cosa voglia dire, pirla!
      continua pure a proporre uno schema ponzi, razza di truffatore!
      Moltiplico per 3... se se... rubando i soldi agli altri, vergognati!
      adesso zitto e vai a cancellare commenti su facebook.
      Pensa a come siete ridotti pur di adescare altre vittime, oltre che schifo fate pure pena.

      Elimina
    2. mi sa che nexyiu sia si l'ancora di salvezza ma per i soci ed i primi livelli. tutto il resto della piramide sono gli utili idioti, utili ad arricchire indebitamente sti 4 truffatori, imbonitori da strapazzo.
      Lavoro ripagato quale sarebbe? ma ovviamente adescare più polli possibile.
      State lontano da questa gentaglia senza scrupoli.

      Elimina
    3. Più che altro siete voi delinquenti imbonitori manipolatori che adescate le persone semplici ed ignoranti.
      Vergognatevi!
      Siete degli sporchi approfittatori senza scrupoli!

      Elimina
  19. Alfrdo Pagnotta!! Cosa pensi della banda bassotti alla quale porti acqua con le orecchie? Sono tutte falsità compresa l' articolo di Repubblica a proposito del Settembrini oppure è falsa la notizia che il guru Battisti aveva un ruolo di supervisor in un'azienda fallita dove si emettevano assegni a vuoto? Dai dicci dall'alto dei tuoi valori morali!!! Infine è falso anche che la "vostra guida" tale Stefano Gramigni sia stato arrestato per recidiva bancarotta fraudolenta? Ma non ti vergogni????

    RispondiElimina
  20. davvero inutile questa "inchiesta"....la tua è una reazione scomposta e sei frustrato perchè ti hanno trombato quelli di Nexyiu....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che nexyiu ed i suoi Seven/Six stars trombino le persone l'avevamo già capito da un pezzo

      Elimina
  21. ..ma Nexyiu, non era diventata S.p.a? perchè sul sito nexyiu car è ancora S.r.l??

    RispondiElimina

-->