Sixthcontinent, Le Iene hanno pubblicizzato una truffa?


Cosa c'è di peggio di una serie di spot pubblicitari ad un sistema che ha messo in difficoltà migliaia di consumatori? Il peggio è che questi spot li hanno fatti Le Iene cioè coloro che dovrebbero smascherare le truffe e mettere in guardia le persone da possibili raggiri. 

Stiamo parlando del caso Sixthcontinent, la piattaforma che doveva aumentare il potere d'acquisto, invece si è rivelata una vera e propria fregatura, almeno a detta degli utenti che hanno versato denaro all'interno della piattaforma ed ora non lo possono più utilizzare come previsto in origine. Un pò come comprare una card prepagata di un supermercato ed il giorno dopo ritrovarsi l'avviso "con le card prepagate potete acquistare soltanto stuzzicadenti". Questo è in breve, quello che è successo a chi ha deciso di caricare denaro dentro Sixthcontinent.
Ora di mezzo ci sono Antitrust, chargeback agli istituti bancari, aziende non pagate ed una class action promossa dalle associazioni dei consumatori.

Le Iene ci ricascano


Ormai è un vizio...  Le Iene devono farla ripetutamente fuori dalla tazza. E' successo con Stamina di Vannoni, adesso con un presunto schema Ponzi che si chiama Sixthcontinent. Il sito di vendita di gift card è stato pubblicizzato molteplici volte con la presenza stessa degli inviati della trasmissione televisiva tra cui Matteo Viviani, in prima linea per pubblicizzare il sistema geniale che aumenta la capacità di acquisto. 
Presente in alcuni sketch anche il fondatore Fabrizio Politi ed alcuni utenti reali che hanno prestato la loro immagine per pubblicizzare la piattaforma.

Piattaforma che vendeva pacchetti promozionali con guadagni anche del 100% in pochi mesi, della serie versi 50 ti ridò 100 tra X giorni. 
Inizialmente il sistema sembrava funzionare, poi qualcosa si è rotto. 


Esposto ad AGCOM contro Le Iene?


Alcuni utenti coinvolti nel caso Sixthcontinent stanno pensando di muoversi con un esposto ad AGCOM (da non confondere con AGCM che è l'Antitrust) per segnalare la ripetuta trasmissione di video promozionali da parte de Le Iene alla piattaforma.

"Com'è possibile promuovere una vera e propria fregatura? Le Iene ci hanno messo la loro faccia per incentivare questo schifo. I nostri soldi sono bloccati da mesi ! "
Questo è uno dei commenti presi dal web.

Valanga di commenti negativi contro Le Iene

Ieri sera è andata in onda la puntata delle Iene senza nessun accenno al caso Sixthcontinent. Gli utenti hanno bombardato di commenti negativi un servizio di Matteo Viviani condiviso nella pagina facebook ufficiale, servizio che parla delle recensioni fake lasciate all'interno degli e-commerce su internet. Anche Selvaggia Lucarelli si è scagliata contro Le Iene che hanno sbugiardato in un loro servizio il virologo Burioni ritenuto in una posizione di conflitto di interessi. La giornalista ha accusato la trasmissione di cancellare i commenti negativi su Sixthcontinent senza fornire risposte a riguardo. In sostanza, piuttosto che guardare al presunto conflitto di interessi di Burioni le Iene dovrebbero fare luce sulla questione controversa che li vede coinvolti.

A questo punto servirebbe una presa di posizione da parte della trasmissione o quantomeno delle scuse. Restiamo in attesa.

Lascia un commento sul caso Sixthcontinent - IENE qui sotto 
Altri articoli per te:

15  commenti :

  1. La mia admin e looper preferita!!!ti porterò in spagna!

    RispondiElimina
  2. Appropriamento indebito dei nostri soldi...Siixth continent ci ha bloccato i soldi sulla piattaforma!!!! Vergogna!!!!

    RispondiElimina
  3. Fabrizio ponziti11 giugno 2020 13:39

    Io comprare Facebook, Amazon e Google nn vi preoccupate con mio ponziti farò soldi a tutti, i soldi che vi ho fregato servono a questo comprare tutto anche Microsoft

    RispondiElimina
  4. Ma è possibile che questa società ha un AD che non parla?!?

    Non un commento pubblico, non una dichiarazione, niente. Un CEO fantasma.

    RispondiElimina
  5. Nel frattempo con i soldi degli utenti pagano pubblicità dicendo che le conclusioni dell agcm sono ipotesi.. Altre pubblicità di come aiuta le persone per il convid, se è vero che ha dato o regalato dei buoni dei 30 euro è giusto che si sappia che quei buoni sono stati pagati con i nostri soldi

    RispondiElimina
  6. È proprio vero che le iene porta bene soprattutto al mio portafoglio;)

    RispondiElimina
  7. Care iene chiedete a Mr Ponziti, I tanto sbandierato rimborsi dove sono? La parte cash naturalmente, perché la parte con i soldi del monopoli l ha fatta tranne per il cash.. Caro ponziti

    RispondiElimina
  8. Quando ponzioni finirà in galera.
    La gente ballerà nelle piazze

    RispondiElimina
  9. '' quel nano è una carogna di sicuro perché ha il cuore troppo vicino al buco del culo' '

    RispondiElimina
  10. Dove cazzo sono i rimborsi cash?? Sono tre mesi che aspettiamo sti soldi e l area rimborsi è stata creata più di un mese fa!!! Precisamente il 7 maggio!! Ladri e truffatori a San Vittore dovete andare!!!

    RispondiElimina
  11. una vergogna, attendo ancora 200 euro di soldi miei versati tramite carta di credito! sixthcontinent neanche risponde piu ai miei messaggi(ho scritto solo 2 volte) una vergogna? le iene stanno zitte? vergogna! mai piu seguiró i loro programmi!

    RispondiElimina
  12. E'vergognoso,sixthcontinent piattaforma tanto pubblicizzata dalla trasmissione LE IENE continua a truffare migliaia di povera gente,sono mesi che trattengono i nostri soldi versati dietro pubblicità ingannevole,veri e propri criminali organizzati e ancora sono in piedi a truffare.IENE dove siete?Sarete mica complici?I principali autori di questa associazione a delinquere sono: Fabrizio Politi e Francesca Roveda.

    RispondiElimina
  13. Mi spiace per le iene che di solito smascherare chi volete Voi ma il Mr che lamenta di essere una vittima ha di colpo annullato delle bitsa di gennaio e ancora nn le rimborsa siamo ad agosto se eun povero mortodifame che ha bisogno di 70 euro mie me le chieda se è un bisognoso le lascio pure altrimenti si chiama truffa o appropriazine indebita. Poi per le family amente aveva bisogno d

    RispondiElimina
  14. Inizialmente funzionava tutto quasi bene, poi hanno iniziato a vendere "family box" che si dovevano tramutare in crediti pubblicizzandoli come un grande valore da non perdere. Si sono dimostrati poi soldi carta straccia.

    RispondiElimina

-->