Sixthcontinent non rimborsa e fa sparire le ricevute


Ancora problemi con Sixthcontinent, oltre all'inutilizzabilità del saldo crediti e wallet, la piattaforma che vende shopping card non ha consegnato la maggior parte delle carte acquistate nel 2020 ed ha addirittura fatto sparire le ricevute d'acquisto.

"A questo punto non è fuori luogo parlare di manovre criminali" afferma il nostro advisor interpellato per ricevere aggiornamenti "i consumatori aspettano da oltre 30 giorni e non possono nemmeno fare chargeback perché la società ha fatto sparire le prove". Molti istituti di credito chiedono infatti una copia della ricevuta d'acquisto che Sixthcontinent ha fatto sparire dall'area personale del sito.


Area rimborsi, la nuova trovata per bloccare i soldi

La società continua a prendere tempo mantenendo sequestrato il denaro versato dagli utenti nel 2020 per l'acquisto di shopping card, ma procediamo con ordine. Nel 2020 sono state vendute diverse offerte come i Bundle Q8 + Amazon, Bitsa 20%, Bitsa 30%. Le card non sono MAI state consegnate e non è stato emesso il rimborso sul metodo di pagamento originario come stabilito dal codice del consumo. Parliamo di offerte acquistate a febbraio 2020 e non ancora rimborsate a distanza di mesi.

Offerte acquistate con una certa data di attivazione, posticipata varie volte ed infine annullata con cancellazione delle ricevute / fatture di acquisto. Successivamente viene annunciata la famigerata area rimborsi che appare però VUOTA per il 99,9% degli utenti.

A tal proposito Sixthcontinent scrive:

SXC UPDATE
Attualmente la nuova "Area Rimborsi" appare vuota in quanto, come indicato nella precedente comunicazione, a breve il Team inizierà ad abilitare i rimborsi a blocchi di utenti così da poter monitorare che tutto vada per il meglio. Fino a che questa abilitazione non sarà effettuata sull'account, l'utente non potrà vedere le transazioni soggette alla procedura di rimborso.
Rimanete connessi
Si tratta di una palese violazione dei diritti dei consumatori. Fino a quanto dovranno aspettare per vedere tutelato il loro sacrosanto diritto ad essere rimborsati?


Altro che "aiuto" alle famiglie

Ieri il sito ANSA è stato subissato di segnalazioni in seguito alla pubblicazione dell'articolo
"SixthContinent: l'azienda del risparmio aiuta gli italiani"  che spiega le azioni intraprese da SXC per aiutare le famiglie durante la pandemia da Covid19. Peccato che non vengano citati i numerosi comportamenti che hanno messo in difficoltà centinaia di famiglie che avevano caricato il proprio saldo crediti e wallet per acquistare card di supermercati e carburanti e si sono visti bloccare completamente l'utilizzo. Persone che credevano di fare la spesa con i soldi versati su SXC e si sono ritrovati in seria difficoltà. Forse sarebbe stato più corretto parlare di questo, rispetto all'elemosina dei 30€ utilizzata per farsi pubblicità.




Altri articoli per te:

7  commenti :

  1. il punto ridicolo di tutto ciò è che ancora c'è gente che difende la piattaforma ed il polpo.

    Chi in buona e chi in malafede.

    INVITO L''AUTORE DELL'ARTICOLO AD ACCREDITARSI COME STAMPA ALLA FAMIGERATA DIGITAL CONVENTION DEL 30 MAGGIO CHE SARA' L'EVENTO DELL'ANNO! :D :D

    RispondiElimina
  2. No ma è giusto difendere SXC e i dirigenti, perché il fatto che non sono stati condannati sancisce che non sia una truffa.

    Interessante anche vedere gli utenti frodati e in causa divisi tra quelli che reputano moralmente giusto segnalare l'articolo su ANSA per evitare ad altri innocenti la loro stessa sorte, e quelli che dicono di non farlo per lasciar immettere nel sistema i soldi di altri nuovi entranti: vittime di un Ponzi che ne diventano complici, ingegneria sociale al suo meglio.

    RispondiElimina
  3. Non avete capito niente.

    I rimborsi vengono eseguiti manualmente e i responsabili dell'area rimborsi li stanno eseguendo uno ad uno. Questo è già stato precedentemente spiegato.
    L'area rimborsi è una sezione nuova creata per far fronte a questa emergenza risultata dalla congiuntura della frode subita dai loopers e dalla contrazione dei consumi dovuta all'emergenza del coronavirus; per cui è chiaro che deve essere rodata e perfezionata. Questo viene fatto anche grazie alle segnalazioni degli utenti, che praticamente svolgono attività gratuite di outsourcing delle funzioni di testing e QA della piattaforma. Gli haters invece, che scrivono e sostengono articoli come questo, non aiutano e fanno del male anche a se stessi.

    L'articolo su ANSA era una sponsorizzazione a pagamento che abbiamo fatto per portare nuovi utenti sulla piattaforma, per colpa del passaparola negativo degli haters, di AGCM, AECI, Codici e altre fonti che ci danno contro solo per i loro interessi. Facendolo rimuovere con le segnalazioni, gli utenti attuali si sono tirati quindi la zappa sui piedi perché finchè non ne entrano altri, loro restano i soli a sostenere i costi del sistema SXC.
    Quante volte dobbiamo ripeterlo? Voi DOVETE STARE DENTRO, o il sistema crolla. Con pochi utenti, traffico e consumatori, l'advertising scende, e quando scende fa scendere anche la spendibilità dei crediti. Per questo voi dovete stare dentro, e continuare anche a portare altra gente, amici, parenti, conoscenti. Questo è l'unico modo per sostenere SXC, continuare a farlo crescere.

    Tutto questo e altre importanti novità saranno chiare nel prossimo grande evento SXC EXPO 2020.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brutto cojote ridacci i soldi altrimenti te la facciamo noi la campagna pubblicitaria... a te, Francy e Filiposki Filip Pino

      Elimina
    2. Ahhh, Mr Polliti è chiaro che non sei il vero Mr Politi lui non farebbe certe bassezze, cosa che fanno le persone come te nascondendosi dietro nome falso x attaccare sxc, evidentemente hai interessi perché sxc affondi e lo dimostrano i tuoi commenti fasulli.

      Elimina
    3. Caro "Anonimo" cojote, tu sarai il socio del Mr Polliti(falso), solo un'altro profilo fake può credere che a scrivere sia davvero il ceo di sxc.

      Elimina
    4. Avete visto che bella è stata la SXC DIGITAL CONFERENCE 2020?

      Elimina

-->