BREAKING NEWS


Come funziona il ravvedimento operoso?


INDICAZIONI SULLE MODALITA' DI UTILIZZO DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO IN AMBITO AMMINISTRATIVO TRIBUTARIO.

Il ravvedimento operoso consente il ripristino della legalità violata in ambito amministrativo tributario, a seguito ad esempio del mancato pagamento di un'imposta.  Attraverso il ravvedimento operoso è quindi possibile regolarizzare versamenti di imposte omessi o insufficienti e altre irregolarità fiscali, beneficiando della riduzione delle sanzioni. Il ravvedimento è stato introdotto nel nostro ordinamento dal 1990 (art. 14 della L. 29 dicembre 1990, n. 40) ed è stato oggetto, nel tempo, di varie revisioni su modalità e tassi da riconoscere all'ente creditore.
Il ravvedimento è consentito a tutti i contribuenti, ma per poterne usufruire occorre rispettare determinate condizioni:

  • la violazione non sia già stata constatata e notificata a chi l’ha commessa

  • non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche (in caso contrario, il ravvedimento è inibito per i periodi e i tributi che sono oggetto di controllo)

  • non siano iniziate altre attività di accertamento (notifica di inviti a comparire, richiesta di esibizione di documenti, invio di questionari) formalmente comunicate all’autore.


Per i versamenti occorre utilizzare:
  • il modello F24, per le imposte sui redditi, le relative imposte sostitutive, l’Iva, l’Irap e l’imposta sugli intrattenimenti

  • il modello F23, per l’imposta di registro e gli altri tributi indiretti.

Gli interessi devono essere indicati nel modello F24 utilizzando gli appositi codici tributo. Quelli sulle ritenute vanno invece versati dai sostituti d’imposta sommandoli al tributo.
Non è consentito pagare a rate le somme dovute per effetto del ravvedimento.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88