Azzerati i certificati a leva 7 sul FTSE MIB, ecco perché


Tra ieri e oggi molti investitori si sono ritrovati con certificati a leva 7 sul FTSE MIB azzerati, questo vale sia per i long che per lo short. Parliamo di prodotti molto amati e tra i più scambiati sul mercato SeDex dei derivati, apprezzati per la loro semplicità e l'alto grado speculativo. Come è possibile che sia il leva 7 long che il leva 7 short, che sono sostanzialmente strumenti opposti abbiano perso entrambi il 99% del valore?

Il fenomeno ha interessato tutti i certificate a leva fissa 7 sul FTSE MIB emessi da Societe Generale, Vontobel, BNP Paribas.


FTSE MIB impazzito fa saltare il banco dei derivati a leva


Cosa succede se il sottostante di un derivato long in leva 7 perde il 16%? 16 x 7 = 112%, quindi il prodotto derivato dovrebbe perdere il 112% e andare addirittura in negativo.

Ovviamente vale anche l'opposto.

Ora analizziamo il FTSE MIB. Nella seduta di ieri 12/03/2020 l'indice italiano ha perso più del 16% azzerando quindi i leva 7 long.

Questa mattina invece l'indice ha registrato rialzi superiori al +15% azzerando i leva 7 short.


Le clausole nei certificati a leva

Consapevoli del rischio azzeramento, gli emittenti inseriscono solitamente una nota che indica il valore minimo del prodotto al verificarsi di eventi ad altissima volatilità.


VALORE MINIMO STRUMENTO: In caso di variazioni molto marcate del sottostante, questo strumento prevede un valore minimo (floor) pari a 0,0001 che impedisce l'azzeramento del valore del prodotto.

Gli emittenti specificano anche:
 " I Leva Fissa Certificate sono prodotti di investimento altamente speculativi indicati per un orizzonte temporale di brevissimo termine. L’effetto leva determina un’amplificazione del movimento dello strumento finanziario rispetto all’attività sottostante, pertanto tanto maggiore è il grado di leva incorporato tanto più accentuato sarà il movimento dei Leva Fissa Certificate rispetto al sottostante. L’investimento sui Leva Fissa Certificate può comportare il rischio di perdere l’intero capitale investito."


Investitori inconsapevoli del rischio

Molti investitori erano inconsapevoli del rischio e potrebbero aver acquistato i prodotti a leva 7 sulla soglia dell'azzeramento senza esserne al corrente. Per esempio, nella giornata di oggi era possibile acquistare lo short 7X quando l'indice era a +12%, pensando di poter guadagnare in caso di ribasso. Invece ci si trovava a pochi passi dal baratro, ovvero dall'azzeramento del prodotto e quindi la perdita dell'intero capitale.  

Forse nei documenti KID e nelle informative sui rischi bisognerebbe sottolineare questo aspetto abbastanza trascurato, forse volutamente, dagli emittenti... emittenti che in questo momento si staranno fregando le mani per il lauto incasso.



Altri articoli per te:

9  commenti :

  1. Sono uno dei tanti sfortunati possessori di certificati Soc Gen a leva 7 azzerati. MI domando se è perfettamente legale che l'emittente incameri tutta la nostra perdita. Qualche avvocato specializzato potrebbe indagare per l'illecito arricchimento ? Se si potesse fare qualcosa io sarei sicuramente un suo cliente. Antonio Acucella Tel. 3383760363

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, i certificati a leva sono destinati ad un pubblico di investitori esperti e comportano il rischio di perdita totale del capitale investito. Non crediamo ci siano quindi i presupposti per un'azione legale con ulteriore esborso economico.
      Saluti

      Elimina
    2. Mi scusi, ma se il suo certificato è stato azzerato, non è perché la banca si è "incamerata" la sua perdita. Avendo un Certificato Long leva x7 lei guadagna 7 volte gli aumenti dell'indice sottostante e perde 7 volte i cali. Quindi se il sottostante cala del 16%, moltiplicato per 7, lei perde il 112%. Praticamente più del valore che ha investito. Io ritengo che la banca, nel giorno del calo, abbia provveduto a vendere il sottostante prima che le perdite superassero il 100%, altrimenti le avrebbero dovuto chiedere il 12% aggiuntivo.
      Ovviamente i certificati Short leva x7 quel giorno hanno guadagnato il 112%.
      Non ci vedo nulla di strano in quello che è successo. Ha investito male.

      Elimina
    3. A completamento: lei investe nelle azioni dell'indice 1/7 di tutto il controvalore dell'operazione, e la banca i restanti 6/7. Un settimo equivale al 14,28%, quindi nel momento in cui l'operazione in marginazione che è cartolarizzata nel certificato, si muove in direzione opposta a quella in cui lei ha investito e la perdita arriva vicino alla soglia del 14,28% la banca provvede a chiudere tutta la posizione per recuperare il capitale che le ha prestato ovvero il 100% meno la perdita del 14,28%. A quel punto la banca rientra dei suoi soldi (i 6/7) e a lei dà le briciole rimaste. Per esempio un cliente di ABN Amro, avendo eroso tutto il capitale dato a garanzia ha lasciato alla banca 200 milioni di dollari di perdite. Per approfondimenti veda marginazione e richiesta di integrazione.

      Elimina
    4. Grazie Mario per il tuo contributo condivisibile, che però merita una riflessione particolare. Chi ha investito nel "giorno del giudizio" cioè nel giorno in cui il sottostante aveva una variazione prossima al 14,28 probabilmente non era informato e consapevole di trovarsi sull'orlo del baratro e che investendo stava rischiando di perdere tutto. Chi ha investito in quel giorno pensava soltanto al possibile ritracciamento in senso opposto vista l'ampia escursione % e quindi ha investito puntando su un ridimensionamento della performance giornaliera dell'indice, senza pensare a questo "fattore tecnico". Forse è su questo che dovremo porre l'accento per quanto riguarda una corretta informativa agli investitori retail visto che le normative a tutela degli investitori sono sempre più stringenti.

      Dubitiamo che tra tutti gli avvisi MIFID sia comparso l'avviso "attenzione, stai investendo su un prodotto che sta per azzerarsi" ;)

      Elimina
    5. Sono d'accordo. Questi strumenti andrebbero permessi solo in asta di apertura.

      Elimina
  2. E andrebbero chiamati "leva variabile intra-giornaliera"

    RispondiElimina
  3. Infatti quando l'indice sottostante perde il 12%, un certificato a leva long 7x perde l'84% e la leva aumenta fino a 38,5x perché la garanzia rimasta è solo del 16%. (1/7-0,12+6/7)/(1/7-0,12)=totale operazione/ capitale proprio = 38,5.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, intraday la leva è diventata 38,5 poi dal giorno dopo riparte da 7. Il problema è arrivare al giorno dopo senza aver perso tutto!

      Elimina

Quando commenti su marketmovers.it immagina di parlare con un tuo caro, tua madre, tuo padre, tua sorella, un tuo amico. Evita offese gratuite, discriminazioni e termini violenti. Sii gentile, sempre.

-->