Revocare domiciliazione bancaria - addebito SDD


Pagamenti automatici SDD

I pagamenti automatici SDD (SEPA Direct Debit) effettuati sul proprio conto corrente sono molto comodi ed evitano di doversi ricordare tutte le scadenze. Quando però si cambia fornitore o si annulla un abbonamento vi è la necessità di revocare gli addebiti per avere la certezza che il conto non subisca più addebiti. 

La domiciliazione bancaria consiste nel richiedere un addebito diretto di determinati pagamenti, che devono essere effettuati in maniera periodica, sul proprio conto corrente bancario. 


Revocare addebito SDD

La revoca si richiede con la presentazione in banca di una richiesta scritta con oggetto "revoca domiciliazione bancaria" specificando il numero del conto corrente nonché i dati dell'azienda e del soggetto che richiede la revoca.

Bisogna specificare espressamente la revoca di ordini di pagamento relativi alle fatture di un determinato creditore con le coordinate identificative del rapporto interbancario ove conosciute.

Il documento da presentare alla banca andrà datato e firmato.

Una volta compilata correttamente la comunicazione l'interessato la trasmetterà alla propria banca, anche consegnandola a mano. La banca così ne prenderà atto, e dal mese successivo a quello in cui la revoca è stata presentata procederà a non addebitare più le somme di denaro relative.

Normativa di riferimento

Articolo 7, Regolamento UE n. 260 del 30 marzo 2012.



Fac simile revoca addebiti SDD

Revoca domiciliazione bancaria

Il sottoscritto ________
Luogo di nascita: ________
Data di nascita: ________
Residenza:________
Codice Fiscale: ________
Recapiti: ________

In qualità di titolare di conto corrente: ________

comunica

con la presente richiedo la revoca con effetto immediato del mandato SDD mediante addebito permanente sul conto corrente in oggetto, aperto presso di voi, degli ordini di incasso elettronici inviati da ________.

Distinti saluti

________, ________
________
Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->