Notifica raccomandata a persona deceduta


Capita di ricevere posta raccomandata intestata ad una persona deceduta e non sapere bene come comportarsi. La curiosità di sapere cosa contenga la raccomandata può essere tanta, ma possono esserci anche dubbi legati al fatto che possono essere presenti debiti o multe da pagare.


La cassazione ha recentemente chiarito che in caso di notifica di accertamento tributario nei confronti di persona deceduta la notifica deve essere effettuata collettivamente e impersonalmente agli eredi, altrimenti è nulla.
Comunque ci sono due strade tra cui scegliere: non ritirare la raccomandata ed eventualmente segnalare che il soggetto destinatario è defunto, oppure presentarsi come erede e ritirare la missiva.

Ritirare la raccomandata in qualità di erede

 In caso di raccomandata destinato a persona deceduta, la persona che si presenta per il ritiro dell’oggetto dovrà esibire, oltre al documento personale, anche l’atto notorio o dichiarazione sostitutiva, comprovante l’identità dell’erede. Nell’ipotesi che vi siano più eredi, la persona che si presenta dovrà esibire oltre alla documentazione citata anche la delega di tutti gli eredi indicati nell’atto notorio o dichiarazione sostitutiva.



Come comportarsi in caso di sanzioni

A seguito del decesso, gli eredi sono tenuti a comunicare all’ufficio delle imposte le proprie generalità ed il proprio domicilio fiscale in qualità di eredi del contribuente. Se la comunicazione è stata effettuata almeno trenta giorni prima della notifica dell’atto tributario l’Agenzia delle entrate è tenuta a notificare presso il domicilio fiscale degli eredi, se invece la predetta notificazione non è stata effettuata la notificazione può essere fatta all’ultimo domicilio del defunto sempre che l’atto sia intestato agli eredi. Quando la notifica pure effettuata nell’ultimo domicilio del defunto, è però intestata allo stesso è da considerarsi nulla. Di conseguenza ove la pretesa tributaria sia soggetta a termini di prescrizione il decorso di tali termini non può essere considerato interrotto dalla notifica intestata al defunto.
Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->