Raccomandata busta verde, di che si tratta


La raccomandata contenuta nella busta di colore verde chiaro è la più temuta dagli italiani e solitamente non presuppone nulla di buono.

 Il colore verde indica infatti la tipologia di raccomandata atti giudiziari, quindi atti relativi ad un processo civile, ad un processo penale, ad un processo amministrativo, sanzioni o comunicazioni da Agenzia delle entrate, Carabinieri, Polizia o Comuni (polizia municipale).




Da dove proviene la raccomandata in busta verde?


Poste italiane mette a disposizione il servizio “Dove Quando”, con il quale è possibile individuare l’ufficio postale dal quale è stata spedita la raccomandata e capire, quindi, se un atto giudiziario proviene da Milano, da Bologna, da Padova, da Brescia, da Napoli o da un’altra città italiana.

Di seguito puoi collegarti al sito di Poste Italiane dove potrai inserire il codice della tua raccomandata per scoprire la tipologia della raccomandata e da dove parte la comunicazione.



Tracking raccomandata





Cosa contiene la raccomandata busta verde?

Generalmente, la ricezione di una raccomandata in busta verde comporta non poche seccature, in quanto molto probabilmente ci si ritroverà con una multa da pagare. In altri casi è possibile essere parte coinvolta in un procedimento giudiziario. E' anche possibile che il contenuto della raccomandata sia un atto con il quale si è chiamati a testimoniare in una causa che riguarda terzi. Sempre tramite atto giudiziario in busta verde arrivano le variazioni catastali effettuate d'ufficio dall'Agenzia delle Entrate.

Giacenza degli atti giudiziari


Gli atti giudiziari si presumono ritirati e quindi conosciuti trascorsi dieci giorni da quando il destinatario è stato avvisato con il tagliando del tentativo di consegna e del deposito presso la casa Comunale o presso l'ufficio Postale.
Al di là del termine in cui si intende perfezionata la notifica dell’atto giudiziario, cioè dieci giorni, occorre sottolineare che si potrà provvedere al ritiro entro massimo 180 giorni: decorsi sei mesi, infatti, l’atto giudiziario viene rispedito al mittente. Da sottolineare che, anche se l'atto viene rispedito al mittente, viene considerato per legge recapitato a tutti gli effetti. Quindi in caso di multa da pagare scatteranno sanzioni e interessi di mora.
Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->