BREAKING NEWS


Il Belgio vieta il trading retail su forex, cfd e opzioni binarie


DECISIONE CLAMOROSA DA BRUXELLES. AL BANDO FOREX, CFD, OPZIONI BINARIE, DERIVATI OTC.


Il Belgio ha deciso di utilizzare le maniere forti contro le truffe, le pubblicità ingannevoli e i rischi imponenti del settore finanziario retail con una decisione clamorosa: vietare qualunque attività di investimento finanziario in leva, in particolare CFD, forex e opzioni binarie.
Con questa iniziativa il Belgio si pone all’avanguardia nel campo della protezione dei consumatori in materia di strumenti finanziari OTC, in un settore in cui altri organi di controllo europei stanno facendo troppo poco, a fronte di un volume di truffe che sta raggiungendo livelli da capogiro.


I broker chiudono i conti dei clienti belgi

Tutti i broker si sono già attivati per NON accettare nuovi clienti belgi e per chiudere definitivamente tutti gli account già esistenti.

Il decreto avrebbe dovuto esercitare il proprio effetto già dallo scorso 18 agosto 2016, ma una speciale proroga ha permesso di far slittare il divieto di alcuni mesi, dando ai broker qualche settimana di tempo per gestire la situazione, al contempo i trader hanno potuto chiudere con calma le loro posizioni.

Trader belgi sotto shock, chi vuole fare trading deve andarsene

Diversi trader belgi ci hanno scritto per manifestare il loro stato di shock a seguito di questa decisione che appare come un fulmine a ciel sereno. "Ho ricevuto una mail dal mio broker che mi invitava a chiudere tutte le posizioni e prepararmi alla chiusura definitiva del conto" racconta Brian, trader part time da qualche anno, "sono rimasto shoccato, che farò ora? Nel trading avevo riposto grandi speranze, avevo dedicato moltissimo tempo allo studio dell'analisi tecnica... per me finisce un sogno". 
Sui principali forum finanziari sono in atto discussioni per capire se ci siano delle possibilità per permettere ai residenti in Belgio di poter continuare a fare trading, tuttavia l'unica soluzione sicura finora prospettata è quella di trasferirsi altrove o fondare una società estera, operando poi sempre dal Belgio.

Il decreto che vieta Forex, CFD e opzioni binarie (qui l’annuncio ufficiale).



Nello specifico l’organo di supervisione finanziaria belga FSMA ha proibito la commercializzazione di opzioni binarie, contratti forex e CFD, nonché di tutti i derivati OTC, cioè negoziati fra controparti private e non su piazze regolamentate.

Con questo divieto il Belgio rincara la dose del recente decreto francese, che ha vietato qualsiasi pubblicità sui prodotti a leva e sulle opzioni binarie.

Colpiti tutti i broker, nessun cittadino belga potrà più fare trading


Il divieto colpisce tutti i broker, anche quelli aventi sede in altri paesi europei che, grazie alla direttiva MiFID, possono offrire le loro prestazioni in tutta Europa. Colpisce quindi anche i broker regolamentati in Inghilterra (FCA) o a Cipro (CySEC).

Si tratta di una decisione senza precedenti in Europa, a cui il Belgio è approdato in seguito a tutta una serie di reclami da parte di clienti, aventi per oggetto sia i metodi aggressivi di marketing dei broker, sia le difficoltà nel prelievo dei fondi.

Conseguenze per gli altri paesi europei


Le importanti decisioni prese, prima dalla Francia e poi dal Belgio, impongono una profonda riflessione all'industria del forex, CFD e opzioni binarie. Non è escluso che altri paesi europei possano prendere a modello la decisione belga. Il business del trading potrebbe arrestarsi in maniera tanto inaspettata quanto veloce, sia per i broker che per i clienti.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88

-->