BREAKING NEWS


Bonus energia elettrica per disagio fisico, guida per richiederlo


In caso di gravi problemi di salute viene offerto un aiuto sociale a chi è in difficoltà nel pagamento della bolletta elettrica. L'importo del contributo varia in base ad alcuni parametri come vedremo meglio sotto, anche se è bene specificare che l'ISEE non viene preso in considerazione in quanto si tratta di problemi sanitari gravi.L'assegnazione dei parametri viene calcolata dal sistema informatico che gestisce le agevolazioni sulla base di quanto certificato dalla ASL. L'importo del bonus viene scontato direttamente sulla bolletta elettrica suddiviso nelle diverse bollette. Il bonus elettrico per disagio fisico viene erogato senza interruzioni fino a nuova comunicazione. E' quindi obbligatorio comunicare tempestivamente al fornitore dell'energia elettrica il decadimento delle condizioni per avere il bonus.



Chi può chiedere il bonus energia elettrica disagio fisico?

Possono ottenere il bonus tutte le persone affette da malattia grave o i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita. L'elenco delle apparecchiature salvavita che danno diritto al bonus sono state individuate dal Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2011. Il bonus per disagio fisico è cumulabile con quello per disagio economico (sia elettrico che gas) qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Quant'è il contributo bonus energia elettrico disagio fisico?


Il valore del bonus elettrico annuo per disagio fisico è suddiviso in 3 livelli che dipendono dai parametri: potenza contrattuale, apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e tempo giornaliero di utilizzo.

FASCIA MINIMAFASCIA MEDIAFASCIA MASSIMA
extra consumo rispetto a utente tipo (2700/kWh/anno)fino a 600 kWh/annotra 600 e 1200 kWh/annooltre 1200 kWh/anno
fino a 3 kW€ 175€ 288€ 417
oltre 3 kW (da 4,5 kW in su)€ 410€ 519€ 628

Dove richiedere il bonus elettrico per disagio fisico?


La richiesta di ottenimento del bonus elettrico per disagio fisico va presentata presso il Comune di residenza del titolare della fornitura elettrica (anche se diverso dal malato) utilizzando gli appositi moduli. Possono svolgere tale servizio anche enti designati dal Comune.

Per avere accesso al bonus è necessario predisporre alcuni documenti:
  • un certificato ASL che attesti:la situazione di grave condizione di salute; la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero; l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata;
  • il documento di identità e il codice fiscale del richiedente e del malato se diverso dal richiedente;
  • il modulo B compilato;


I dati in bolletta utili per il bonus elettrico disagio fisico

Oltre ai dati indicati sopra, è necessario avere a disposizione alcune informazioni reperibili in bolletta o nel contratto di fornitura:
  • codice POD (identificativo del punto di consegna dell'energia)
  • la potenza impegnata o disponibile della fornitura.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88