BREAKING NEWS


Requisiti assegno di invalidità INPS


L'assegno di invalidità è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei cittadini italiani con capacità lavorativa ridotta a meno del 33% a causa di infermità fisica o mentale. L'assegno di invalidità viene pagato dall'INPS.


A CHI SPETTA

Hanno diritto all'assegno di invalidità i lavoratori:
  • dipendenti;
  • autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri);
  • iscritti ad alcuni fondi pensioni sostitutivi ed integrativi dell’assicurazione generale obbligatoria.

REQUISITI

Sono richiesti:
  • riduzione della capacità lavorativa a meno del 33% a causa di infermità o difetto fisico o mentale (non sono note modifiche a questo supporto sociale da parte della manovra Monti di Dicembre 2011);
  • almeno 260 contributi settimanali (cinque anni di contribuzione e assicurazione) di cui 156 (tre anni di contribuzione e assicurazione) nel quinquennio precedente la data di presentazione della domanda.
Non è richiesta la cessazione dell’attività lavorativa.


LA DOMANDA

Scarica qui il modulo di domanda:
Puoi presentarla:
  • presso un Patronato riconosciuto
  • direttamente presso la sede Inps
  • via raccomandata A/R

QUANDO SPETTA

L’assegno di invalidità viene corrisposto a partire dal 1° giorno del mese successivo a quello in qui è stata presentata la domanda.

Può sommarsi ad eventuale attività lavorativa ed è valido per 3 anni. Prima della scadenza è dovere dell'interessato presentare nuova domanda. Dopo 3 riconoscimenti consecutivi viene confermato automaticamente. L'assegno ordinario di invalidità, al compimento dell'età pensionabile e in presenza di tutti i requisiti, viene trasformato automaticamente in pensione di vecchiaia.

QUANTO SPETTA

L’importo viene determinato con il sistema di calcolo:
  • retributivo, se il lavoratore può far valere almeno 18 anni di contributi al 31.12.1995;
  • misto (una quota calcolata con il sistema retributivo e una quota con il sistema contributivo) se il lavoratore alla data del 31.12.1995 non può far valere 18 anni di contributi;
  • contributivo, se il lavoratore ha iniziato l’attività lavorativa dopo il 31.12.1995.

APPROFONDIMENTI
Questa pagina non può ritenersi completa. 
Aggiornamenti, informazioni riguardo la cumulabilità con altri supporti sociali o redditi e altre informazioni più dettagliate possono essere richieste GRATUITAMENTE al più vicino ufficio INPS o ad un Patronato riconosciuto. Potrebbe essere utile anche una visita al sito dell'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale.

1  commenti :

  1. E mai possibile che debbano scrivere sempre delle cavolate!!! Da 5 anni faccio domanda per la pensione d'invalidità l'unica risposta che hanno saputo darmi e che sono invalido al 70%, mi hanno iscritto al collocamento mirato e sempre da 5 anni sono in attesa di un lavoro, ammesso e concesso che ci sarebbe per davvero qualcosa che potrei fare dovrei presentarmi a chi di dovere con gli auricolari alle orecchie il bastone tra le mani (sono zoppo) e la farmacia dietro, prendo 8 pasticche ripartite nel corso della giornata,mi fanno chiedere l'elemosina al mio Comune. Hanno dato la pensione a cani e porci e fanno soffrir i poveri disgraziati.

    RispondiElimina



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88

-->