BREAKING NEWS


Modello 730 dichiarazione redditi 2013


12/03/2013.L'agenzia delle entrate ha rilasciato il modello 730 valido per l'anno 2013 (redditi 2012).
Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Utilizzare il modello 730 presenta alcuni vantaggi:
  • è semplice da compilare e non richiede l’esecuzione di calcoli
  • il contribuente non deve trasmetterlo personalmente all’Agenzia delle Entrate perché a questo adempimento ci pensano, a seconda dei casi, il datore di lavoro o l’ente pensionistico o l’intermediario abilitato (Caf e iscritti agli albi dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro)
  • il rimborso dell’imposta arriva direttamente in busta paga (luglio) o con la rata della pensione (agosto o settembre)
  • se dall’elaborazione del 730 emerge un saldo a debito, invece, le somme vengono trattenute direttamente in busta paga (luglio) o dalla pensione (agosto o settembre).
    Se lo stipendio o la pensione sono insufficienti per il pagamento di quanto dovuto, la parte residua, maggiorata degli interessi mensili (0,40%), viene trattenuta dalle competenze dei mesi successivi. Il contribuente può anche chiedere di rateizzare in più mesi le trattenute, indicandolo nella dichiarazione; per la rateizzazione sono dovuti gli interessi nella misura dello 0,33% mensile.

Cosa si può dichiarare nel 730

  • redditi di lavoro dipendente
  • redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio, i redditi percepiti dai co.co.co e dai lavoratori a progetto)
  • redditi dei terreni e dei fabbricati
  • redditi di capitale
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (per esempio, i redditi derivanti dallo sfruttamento economico di opere dell’ingegno)
  • alcuni dei redditi diversi (per esempio, i redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (per esempio, i redditi percepiti dagli eredi e dai legatari)

Modello e istruzioni 730/2013

730 2013 editabile compilabile


Modello 730 2013 in pdf editabile compilabile salvabile stampabile

6  commenti :

  1. Sarebbe interessante avere il 730 editabile come nel 2012

    RispondiElimina
  2. 730/2013 EDITABILE
    SCARICA IL MODULO DAL NS. SITO CERCA SU GOOGLE: CAF CALTAGIRONE, CLICCA SU CAF UIL
    (entra nel sito e clicca su CAF)


    730/2013 ON LINE PRECOMPILATO GRATUITO
    Il CAF UIL sede di CALTAGIRONE, si occupa della trasmissione e di tutti gli adempimenti di legge del modello 730 precompilato dal contribuente. E’ possibile avvalersi di questo servizio gratuito offerto dal Ns. CAF, da tutta Italia attraverso internet, comodamente dal proprio domicilio.

    Cosa fare?
    A) compilare il modello 730/2013 e firmarlo;
    B) inviare tramite posta e e-mail, all’indirizzo, di seguito indicati:
    1) il modello 730/2013 compilato in ogni parte e firmato,
    2) copia di un documento di identità (in mancanza non può essere accettato il 730)
    3) indicazione di recapiti telefonici e/o e-mail,
    4) copia dei documenti oggetto del 730 (spese sanitarie, altri oneri detraibili, oneri deducibili, etc.).

    730/2013 ON LINE CON ASSISTENZA FISCALE
    SCARICA IL MODULO DAL NS. SITO CERCA SU GOOGLE: CAF CALTAGIRONE, CLICCA SU CAF UIL
    (entra sul sito e clicca su CAF)

    WWW.CAFUIL.SITIWEBS.COM

    Per avere la tua dichiarazione dei redditi debitamente compilata è sufficiente farci pervenire tutti i documenti necessari, al seguente indirizzo mail: caltagirone@cafuilcatania.it
    E’ possibile avvalersi di questo servizio offerto dal Ns. CAF, da tutta Italia attraverso internet, comodamente dal proprio domicilio.


    730/2013 ON LINE
    Faq
    Come effettuare l’invio della documentazione?
    • via e-mail (scansione) all’indirizzo di posta elettronica: caltagirone@cafuilcatania.it
    • via posta raccomandata all’indirizzo: Via Discesa Collegio n. 7, 95041- Caltagirone (CT)
    Come fare per avere ulteriori informazioni?
    • telefonare al Nr. 093351106 oppure Cell: 3341906295, dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00.
    • inviare una mail a: caltagirone@cafuilcatania.it
    Quali garanzie offre il servizio?
    • il servizio offerto dal ns. CAF, ha le stesse identiche caratteristiche di quello offerto presso l’ufficio, la rete internet consente solamente al contribuente di inviare, da tutta Italia, la propria pratica senza recarsi di persona presso il Centro di Assistenza Fiscale,
    • inoltre, assistenza telefonica e via e-mail.
    Come si svolge l’assistenza on line per il 730 ?
    • Il ns. centro CAF ricevuta la documentazione, provvederà a trasmettere il modello 730 e ad assolvere tutti gli adempimenti di legge, successivamente invierà copia del 730 trasmesso, del 730/3 al contribuente via fax oppure via e-mail.

    RispondiElimina
  3. Buongiorno,

    seguo sempre il Vs ottimo forum, ho una domanda da porre, se gentilmente riuscite a darmi un'informazione.

    Il 31-12-2012 causa "amico" studio di settore, mi son visto costretto a chiudere la mia attività individuale come elettricista(farò solo qualche piccolo lavoretto come prestazione occasionale con trattenuta del 20% in totale sotto € 5000 all'anno)

    Sul modello unico per saldo 2012 leggo che sono in credito di € 871,00

    Non avendo nessun reddito (farò a fine anno una ricevuta di prestazione occasionale da € 3.700) come posso recuperare questo credito? ...potrei già andare a scalare il 20% di questa mia prima prestazione occasionale?

    Anticipatamente Vi ringrazio molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si utilizza il modello Unico, il contribuente deve espressamente indicare nel quadro RX di voler ricevere il rimborso del credito. La scelta alternativa è quella del riporto del credito all’anno successivo o la sua compensazione con altri tributi da versare. Dopo gli opportuni controlli, la somma è rimborsata dall’Agenzia delle Entrate.

      Nella copia dell'Unico dovresti trovare il Quadro RX, ultima facciata.

      Al Rigo RX 1, colonna 1, c'è l'importo di cui sei creditore, che suppongo sia Irpef; la stessa cifra è riportata in colonna 3 o 4.

      Se è in colonna 3, non devi fare alcuna domanda di rimborso. Al massimo ti conviene andare all'Agenzia delle Entrate per chiedere che venga accreditato, quando sarà il momento, sul tuo conto corrente.

      Se è in colonna 4, il credito va in compensazione.

      Elimina
  4. Buonasera,ringrazio molto per le gentili e precise informazioni! Come sempre qui è un ottimo forum con persone preparate!

    Ho spiegato quanto sopra al mio "pseudo commercialista" il quale ha detto; ..va bene cambio la spunta della casellina in " richiesta rimborso credito"

    ..io mi chiedo perchè non lo ha fatto senza il mio invito... forse in 35 anni di mia attività artigiana non ne ho già versate abbastanza di tasse?

    Salutoni e Grazie ancora per tutto!



    RispondiElimina



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88