email truffa notifica@adm.gov.it


Sta arrivando una mail truffa con mittente notifica@adm.gov.it che ha come oggetto "Direzione Generale agenzia delle dogane". L'email indica un pacco in arrivo che deve essere sdoganato acquistando una paysafecard da 75€. Si tratta ovviamente di una mail truffa già conosciuta in Francia.



Testo della mail truffa notifica@adm.gov.it

Gentile cliente
Numero di tracciabilità del tuo pacco colissimo N.YT3468903262 spedito il 30/12/2020, per consentire la consegna del pacco, i costi IVA vengono fatturati nuovamente all'importatore. In base alla vigente normativa doganale, qualsiasi importazione da un Paese extra Comunità Europea con valore commerciale superiore a 22 euro è tassabile, indipendentemente dalla natura della merce. 

Articolo 134-I e II del CGI: Legge n°2012 -1510 del 3 maggio 2017 - art.68 (V) è valida la convalida del saldo Paysafecard per il pagamento delle tasse doganali
Per consentire la consegna del pacco colissimo N.YT3468903262 destinato al tuo indirizzo di casa, regolarizza i tuoi oneri doganali non pagati seguendo i passaggi seguenti per ritirare il pacco:
1) acquista un codice PIN Paysafe Card online (75 eur)
2) invia il codice PIN al seguente indirizzo : conferma-colis@adm.gov.it
3) Riceverai un'email contenente il tuo nuovo codice del pacco e il link per confermare correttamente il tuo indirizzo postale.

Cordiali saluti Servizio clienti DOGANA

Cosa fare con la mail truffa?

L’intento sembrerebbe quello di convincere le vittime a comprare una paysafecard del valore di 75€ e successivamente inviarla all'indirizzo e-mail indicato.

Bisogna assolutamente evitare di cliccare sul link e ad ogni modo non inserire alcun dato personale nella pagina. E' importante non cliccare il link perché la pagina aperta potrebbe dare il via all'installazione di software dannosi come malware, trojan o cryptolocker.

Se la pagina è stata aperta chiuderla immediatamente e fare una scansione antivirus.

La mail va cancellata e rimossa dal cestino per evitare click indesiderati sul link.

L'indirizzo e-mail (conferma-colis@adm.gov.it) sembrerebbe, a prima vista, appartenere all’Agenzia delle Dogane e Monopoli, ma il vero indirizzo usato nel link mailto è conferma-colis@sfr.fr, che non appartiene ad ADM.

Perché arrivano queste email?

Il tuo indirizzo email sarà sicuramente finito in qualche lista utilizzata dagli hacker / truffatori. Reperire indirizzi email è molto semplice facendo delle scansioni sul web nelle pagine di annunci, curriculum, registrazioni a siti che riutilizzano i dati. 
Altri articoli per te:

0  commenti :

-->