Assicurazione auto per neopatentati: come risparmiare?


La polizza RC Auto, detta anche RCA, abbreviazione di Responsabilità Civile Autoveicoli, per un neopatentato può essere piuttosto onerosa, soprattutto a causa della classe di merito d’ingresso, il cui punteggio è pari a 14, ossia molto vicino al punteggio per un cattivo guidatore pari a 18. Per di più se il neopatentato è molto giovane, con un’età compresa fra i 18 e i 26 anni, il premio assicurativo si alza ulteriormente, in particolare in dipendenza della maggior probabilità che tale conducente incorra in un incidente stradale. A tal proposito come risparmiare sull’assicurazione RCA per neopatentati?
Di seguito ecco alcuni consigli, grazie alla consulenza di Chescelta.it, su tale contratto assicurativo per mezzo del quale una compagnia risarcisce uno o più danni materiali e/o fisici causati dal proprio veicolo a terzi in caso d’incidente!


Il Decreto Bersani per risparmiare sulla polizza RC Auto per neopatentati

Per chi si stia chiedendo come risparmiare sull'assicurazione RC Auto per neopatentati è opportuno ricordare il Decreto Bersani vigente dal 2007, che consente di firmare una polizza RCA acquisendo la classe di merito dal veicolo circolante e assicurato di un famigliare convivente, come un genitore o un fratello. Tuttavia ci si può avvantaggiare di tale provvedimento soltanto rispettando i seguenti requisiti:
- il mezzo di trasporto che si desidera assicurare deve essere stato comprato di recente, nuovo o usato, e venire assicurato a partire da zero, pertanto tale veicolo non deve essere mai stato assicurato dal nuovo proprietario;
- i veicoli fra cui si vuole trasferire la classe di merito devono essere dello stesso tipo, pertanto motociclo con motociclo oppure automobile con automobile;
- il mezzo di trasporto acquistato non deve essere mai appartenuto ad alcun componente vivo della propria famiglia così da prevenire i passaggi di proprietà di comodo fatti per pagare delle cifre più basse rispetto a quelle dovute, tuttavia senza averne diritto.

Il Patto per i Giovani

Fra gli altri stratagemmi inerenti a come risparmiare sull'assicurazione RCA per neopatentati bisogna porre l’accento sul Patto per i Giovani, firmato dall'Associazione Nazionale Italiana fra le Imprese Assicuratrici (ANIA), dalla Polizia Stradale e dalle più importanti Associazioni dei Consumatori. Si tratta di un progetto che permette di ridurre l’ammontare del premio assicurativo dedicato a chi ha meno di 27 anni di età e s’impegna a guidare in modo prudente e rispettoso di quelle 10 regole comportamentali basilari che salvaguardano la propria vita mentre si è al volante.
Ne sono un esempio allacciare le cinture, rispettare la distanza di sicurezza, non assumere alcool o droghe prima della guida, evitare di distrarsi maneggiando oggetti o usando il cellulare, eccetera. Al riguardo al momento di stipulare l'assicurazione RC Auto il neopatentato dovrà sottoscrivere anche il decalogo comportamentale con tali regole.


Per risparmiare ulteriormente sull’assicurazione Responsabilità Civile Autoveicoli per neopatentati è anche possibile seguire i seguenti consigli:
- intestare il veicolo del neopatentato a un parente facente parte dello stato di famiglia che abbia ormai da diverso tempo una storia assicurativa e che decida di estendere la sua polizza tramite l’opzione di guida libera, cosicché non vi siano limitazioni per l’età e l’esperienza dei guidatori, o con l’opzione per neopatentati. Lo svantaggio di tale scelta è che il neopatentato non migliorerà il profilo di rischio personale, elemento rilevante nel momento in cui un giorno voglia sottoscrivere autonomamente un’assicurazione RCA conveniente;
- utilizzare un portale per il confronto fra più preventivi di varie polizze RC Auto;
- estendere l’assicurazione RCA di uno dei due genitori con delle condizioni specifiche che prendano in considerazione l’inesperienza del neopatentato, ad esempio la rinuncia a un risarcimento in caso di sinistro causato per una sbornia.

Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->