Spedire una Raccomandata a carico del destinatario


Vorresti spedire una raccomandata e far pagare al destinatario il costo della spedizione? Purtroppo Poste Italiane non permette di spedire una raccomandata con tassa a carico del destinatario.
Con Poste italiane la spedizione va pagata in anticipo dal mittente, che volendo può recuperare tutta la cifra spesa con il servizio di contrassegno.

Ricapitolando:
  • Non e' possibile spedire raccomandate con affrancatura a carico del destinatario.
  • Il mittente deve pagare i costi di spedizione, ma può recuperarli con il servizio di contrassegno che tuttavia ha dei costi e delle commissioni di incasso delle cifre. Inoltre, se il destinatario rifiuta di pagare, la raccomandata non viene consegnata e il mittente non può recuperare la cifra spesa.

Raccomandata con contrassegno a carico del ricevente

Recuperare il costo della spedizione con il servizio di contrassegno comporta diversi oneri, a partire dal servizio di contrassegno e dalle commissioni di incasso del vaglia postale. Quindi se una raccomandata costa per esempio 6 euro, il prezzo da far pagare al destinatario sarà di almeno 10 euro se il mittente intende recuperare il 100% delle spese di spedizione.
E' possibile richiedere il contrassegno per un importo massimo di 3.000 euro. La raccomandata viene consegnata solo se il destinatario paga la cifra stabilita: per cifre fino a 258,23 euro il destinatario può pagare in contanti o tramite pos al portalettere.




Contrassegno per l'Italia (costi a carico del mittente) euro
Pagamento tramite accredito su conto corrente postale 2,27
Pagamento tramite vaglia (oltre alla tariffa del vaglia) 0,77
 
Contrassegno per l'estero (costi a carico del mittente) euro
Pagamento all'atto della spedizione 2,27
 
Contrassegno dall'estero (costi a carico del destinatario in Italia) euro
Contrassegno fino al massimale consentito
(pagamento in contanti o con accredito su c/c postale)
6,00
 
Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->