Cosa bisogna fare per brevettare qualcosa


Hai avuto un'idea geniale e vuoi brevettarla? Bene, oggi vedremo i passaggi fondamentali e nello specifico cosa bisogna fare per brevettare qualcosa e cosa comporta l'avere in mano il brevetto.

Il brevetto è un titolo che consente a chi ha realizzato un’invenzione di poterla produrre e commercializzare in esclusiva nello stato in cui il brevetto è stato richiesto.

Ottenere un brevetto è quindi importantissimo per impedire ad altri di copiare il proprio prodotto, la cui creazione ha già richiesto magari un grande dispendio di denaro.


Cosa si può brevettare?


E' possibile brevettare prodotti innovativi di qualsiasi tipo come macchinari, oggetti di uso quotidiano, dispositivi elettronici, oppure procedimenti, anche chimici, per ottenere un determinato prodotto. Sono quindi brevettabili anche gli alimenti, i composti e le sostanze.

 

 Cosa non si può brevettare


a) le scoperte, le teorie scientifiche e i metodi matematici; b) i piani, i principi ed i metodi per attività intellettuali, per gioco o per attività commerciale ed i programmi di elaboratore; c) le presentazioni di informazioni.

Diversi tipi di brevetto

Esistono due tipi di brevetto: il brevetto per invenzione ed il brevetto per modello di utilità. L’invenzione è la forma di protezione più forte che viene concessa alla soluzione di un problema tecnico mai risolto prima. Il brevetto per invenzione ha una durata di 20 anni a decorrere dalla data del deposito della domanda e come tutti i brevetti non può essere rinnovato alla scadenza.

Il modello di utilità è un tipo di brevetto che esiste in Italia, ma poco utilizzato nel mondo. Dura 10 anni e non è rinnovabile. Viene concesso nel caso in cui si migliori un prodotto già esistente con una implementazione specifica che ne modifica o migliora l'utilizzo.


Vantaggi del brevetto


Il brevetto permette di tutelare i diritti dell'inventore nella produzione e commercializzazione della propria idea.
Nello specifico il brevetto permette:
a) se oggetto del brevetto è un prodotto, il diritto di vietare ai terzi, salvo consenso del titolare, di produrre, usare, mettere in commercio, vendere o importare a tali fini il prodotto in questione; b) se oggetto del brevetto è un procedimento, il diritto di vietare ai terzi, salvo consenso del titolare, di applicare il procedimento, nonché di usare, mettere in commercio, vendere o importare a tali fini il prodotto direttamente ottenuto con il procedimento in questione.

Tassa sul brevetto

Come previsto dall’art. 75 CPI il brevetto decade per mancato pagamento della tassa annuale prevista. La tassa deve essere pagata alla scadenza ma può essere anche pagata, con sovrattassa, nei sei mesi successivi. Scaduto questo ulteriore termine il brevetto decade senza alcuna possibilità di recuperarlo.  Per vedere gli importi è possibile consultare il pdf  del ministero dello sviluppo economico.
Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->