BREAKING NEWS


Andamento degli investimenti in oro fisico


LONDRA, 1 maggio 2018 – Gli investitori privati mostrano un interesse più basso nei confronti dell'oro sin dai tempi dei minimi toccati alla fine del 2015.

Questo è quanto emerge dai dati di BullionVault, il maggior mercato online per investitori privati in metalli preziosi. Con 71.500 utenti a partire dall’inizio dell’attività nel 2005, l’azienda ora gestisce 2 miliardi di dollari in oro, argento e platino (1,7 miliardi di euro), custoditi in caveau a Londra, Zurigo, New York, Toronto e Singapore.

Il prezzo dell’oro ha avuto un aumento dello 0,8% in dollari lo scorso mese, ma il numero di investitori che hanno aggiunto oro ai propri capitali è diminuito del 13.5% rispetto a marzo.
Il numero di investitori è diminuito ad aprile per il terzo mese consecutivo, riducendosi del 28.5% rispetto alla media dei dodici mesi precedenti e toccando il livello più basso da dicembre 2015.

Le ricerche su internet dei termini "comprare oro" sono sprofondate in tutto il mondo, secondo i dati di Google Trends, tornando ai minimi di ottobre 2015 e poi migliorando leggermente. I dati sono simili al periodo precedente alla crisi finanziaria del 2007.

Adrian Ash, Research Director di BullionVault, ha scritto:

"Nonostante l’attacco su Twitter del Presidente americano contro le azioni tecnologiche, l’aggravarsi della “guerra commerciale” con la Cina e gli attacchi aerei in Siria dello scorso mese, l’interesse in oro fisico è caduto ai minimi tra gli investitori privati”.

"Per gli investitori in oro, al momento il prezzo continua a battere Trump. Ciò compensa anche gli indizi di un aumento dell’inflazione. In mancanza di un’urgenza e considerati i rialzi dei mercati azionari, l’andamento generale del prezzo dell’oro è positivo. Dall’ultimo periodo di basso interesse per l’oro, il prezzo ha guadagnato il 25%".

Con la diminuzione della fiducia nell’oro fisico e l’aumento dei prezzi in dollari ad aprile, si conferma il fenomeno dell’attenzione al prezzo, che continua sin dalle ultime elezioni americane di novembre 2016.

Il numero di venditori è aumentato dell’11,4% da marzo, raggiungendo il picco da gennaio.

Questo ha spinto verso il basso il Gold Investor Index dal valore di 53,7 di marzo al valore di 52,5 di aprile, mostrando il livello di interesse più basso degli investitori da agosto 2017.

Il Gold Investor Index è un’unità di misura unica della fiducia degli investitori privati verso l’oro
, basata solo sugli scambi che avvengono su BullionVault. Questo ha raggiunto il valore record di 71,7 a settembre 2011 durante il picco storico del prezzo dell’oro, ed ha toccato il minimo di 50,5 durante l’inverno del 2014/15.

L’indice segna 50,0 quando il numero di acquirenti netti e quello di venditori netti durante il mese è esattamente uguale.


Il numero di investitori che hanno modificato l’ammontare dei capitali in oro ad aprile è diminuito per il terzo mese consecutivo, -5,9% rispetto a marzo.

La proporzione di investitori attivi rispetto al numero totale di clienti con un saldo in oro all’inizio del mese è diminuita al di sotto dell’8,9%, il punto più basso da dicembre 2015.

Aprile 2018 è il sedicesimo mese degli ultimi diciotto nel quale il Gold Investor Index si è mosso in direzione opposta rispetto al prezzo dell’oro in dollari.

L’argento è aumentato dello 0,8% in dollari ad aprile, ed il numero di acquirenti è diminuito del 21,9% rispetto a marzo, toccando il livello minimo da ottobre. Il numero di venditori invece è aumentato del 6%.

Il Silver Investor Index è passato da 53,4 a 51,9, minimo da gennaio.



In peso, la domanda di argento è stata in generale positiva, con un incremento di 1,2 tonnellate per raggiungere 713,8 tonnellate di capitali in argento detenuto dagli utenti di BullionVault.

L’oro ha subito una riduzione a causa delle vendite nette, le proprietà totali in oro dei clienti di BullionVault sono infatti calate di 98 chili rispetto al record di marzo, a 38,7 tonnellate.
Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->