ICO criptovalute: cosa sono, come funziona


ICO è l’acronimo di Initial Coin Offering ossia offerta iniziale di monete attuato dai promotori di nuove criptovalute per finanziare i loro progetti. Si tratta in sostanza di una richiesta di fondi agli investitori per poter lanciare il progetto di una nuova moneta virtuale che avviene in un contesto non regolamentato.

In cambio del contributo versato per l’avvio della criptovaluta, gli investitori ricevono una certa quantità di token, che costituiscono il titolo per acquisire una quota della nuova valuta virtuale che verrà lanciata sul mercato.


Come si paga una ICO?

Solitamente il versamento per finanziare la ICO di una nuova cripto avviene utilizzando le monete virtuali già presenti sul mercato. L’investitore, infatti, versa a favore del progetto una certa quantità di Bitcoin, Ethereum o altra valuta digitale ed alla scadenza della ICO riceverà l’entità di nuova criptovaluta immessa sul mercato.

Si può guadagnare con una ICO?


Investire in una ICO non è un'attività per deboli di cuore. Lavorando in un contesto non regolamentato i progetti fraudolenti, nati cioè con l'unico scopo di sparire con i soldi sono ormai all'ordine del giorno.  Anche nel caso di un progetto portato avanti con una certa serietà ci sono diversi rischi, come una reazione negativa del mercato al momento della quotazione che potrebbe letteralmente ridurre in cenere l'investimento iniziale. D'altro canto ci sono storie di successo dove con un investimento di poche centinaia di euro è stato possibile realizzare performance da capogiro e portare a casa un discreto gruzzolo. Allo stato dei fatti, tuttavia, non è azzardato affermare che la maggior parte delle ICO in circolazione porterà soltanto grattacapi e perdite agli investitori. Trovare l'ICO dalle uova d'oro non è semplice!
Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->