Quanto costa l'iscrizione ad Altroconsumo?


In questo articolo riportiamo le voci di costo ed i dettagli per l'iscrizione ad Altroconsumo. Altroconsumo è un'associazione di consumatori, la prima e la più diffusa in Italia con i suoi 300.000 Soci. Indipendente e senza fini di lucro, ha un unico obiettivo: l'informazione e la tutela dei consumatori.
Da 30 anni Altroconsumo difende gli interessi e i diritti fondamentali dei cittadini: la protezione della salute e della sicurezza, la tutela degli interessi economici, il diritto a essere informati, a conoscere i propri diritti e a far valere le proprie ragioni, il diritto a essere rappresentati e ascoltati presso le istituzioni nazionali e internazionali, il diritto a vivere in un ambiente sano e a compiere scelte di consumo etiche e responsabili.


Costo dell'iscrizione ad Altroconsumo

  • 23,85€* ogni trimestre (comprende la rivista mensile Altroconsumo, il bimestrale Soldi&Diritti, il bimestrale Test Salute, la Guida al 730 ed in più tutti i servizi e vantaggi descritti in questo sito) anziché 47,80€, per i primi 12 mesi usufruirai dello sconto di benvenuto del 50%.
  • L'offerta include la possibilità di scegliere ogni mese una guida pratica in regalo, tra quelle proposte mensilmente al solo costo delle spese amministrative pari a 1,95€ per ogni Guida Pratica richiesta. 
  • l'importo include anche la quota trimestrale di associazione ad Altroconsumo, pari a 3,85€

**Offerta valida sino al 7 gennaio 2017. Operazione a premi n°5-2016. Il Regolamento della presente offerta è disponibile presso la sede di Altroconsumo. Eventuali future variazioni di prezzo saranno comunicate nella rivista e nel sito internet.


Alcune perplessità sui costi dell'abbonamento

I prezzi mensili dell'iscrizione ad Altroconsumo potrebbero sembrare piuttosto esosi, tuttavia si ottiene veramente un servizio di qualità con protezione in caso di controversie. Altroconsumo è l’unica a garantire ai propri Soci l’affidabilità dei risultati di centinaia di test condotti su prodotti e servizi in assoluta indipendenza.
La cosa che ci lascia abbastanza perplessi però è che la quota di associazione sarebbe soltanto di 3.85€ a trimestre, cioè poco più di 1 euro al mese, a fronte dei 16 richiesti normalmente.

Al prezzo di 1 euro al mese sarebbe veramente conveniente diventare soci ed usufruire di tutti i servizi, tuttavia pare che l'opzione di pagare solo la quota associativa sia impraticabile o perlomeno non prevista sul sito che imposta per default il pagamento dei 47.8€ trimestrali, ossia poco meno di 16€ al mese (che non sono pochi). 

L'impressione è che l'esigua quota associativa sia alzata artificiosamente da servizi aggiuntivi che potrebbero essere inutili alla maggior parte degli iscritti, ma che bisogna accettare senza se e senza ma nel pacchetto di abbonamento. 
Abbiamo navigato in lungo e in largo sul sito di Altroconsumo senza trovare informazioni su come diventare soci pagando solo 3,85€ a trimestre.
Riteniamo che tutto ciò sia davvero strano per un'associazione di tutela dei consumatori.

Altri articoli per te:

3  commenti :

  1. Vi ringraziamo per offrirci la possibilità di chiarire come fuzniona l'iscrizione ad Altroconsumo.
    Le condizioni di abbonamento sono quelle correttamente indicate nell'articolo. Poi ci sono delle promozioni legate a periodi particolari, per esempio ora è in corso l'offerta di 2 euro per 2 mesi, per offrire la possibilità di conoscere i nostri servizi. La quota di associazione è integrata nel costo di iscrizione, non può essere scorporata.
    Ci teniamo a sottolieare i numerosissimi vantaggi e servizi che offriamo agli iscritti: oltre all'abbonamento alle riviste, ci sono i servizi di consulenza/assistenza individuale di tipo legale e fiscale; la possibilità di consultare i test e i comparatori online che mettono a confrono prodotti e servizi (tarffe, luce e gas, assicurazioni auto...); una serie di sconti e vantaggi su prodotti e servizi. A conti fatti, tante possibilità di fare le scelte giuste e risparmiare che ripagano ampiamente la quota di iscrizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le precisazioni,
      buon lavoro.

      Elimina
    2. Fatevi voi un'idea di questa azienda:

      1.) Non si tratta solo di un'associazione di consumatori e utenti come la denominazione "Altroconsumo" vuole dare a intendere. Bensì un'organizzazione tra una società con scopo di lucro denominata "Altroconsumo Edizioni S.r.l." e l'associazione nazionale Altroconsumo. Quindi una società con l'imperativo di profitto abbinata a un'associazione Non Profit. Come mettere insieme il diavolo e l'Acqua Santa.
      Chiediamoci perché questa strategia...

      2.) Ho consultato lo statuto dell'associazione Altroconsumo che viene pubblicato sul portale. Ovviamente manca la Costitituzione dell'Associazione che riporta i nominativi degli organi direttivi e di controllo.
      Chiediamoci perché questa strategia...

      3.) L'abbonamento che questa organizzazione chiede non è quello consueto delle associazioni di categoria. La gran parte della quota dell'abbonamento va alla componente Profit e la restante piccola parte alla componente Non Profit.
      Chiediamoci perché questa strategia...

      4.) I "servizi" (scusate l'esagerazione) che rende l'organizzazione, a quale delle due strutture fanno capo? Alla Profit o a quella Non Profit? Devono produrre utili o no? Ecco il motivo per i quali sono blandi e insignificanti: devono ovviamente produrre Profit!
      Chiediamoci perché questa strategia...

      Non serve andare oltre. Abbiamo tutti capito qual'è lo scopo ultimo e recondito di questa organizzazione, altro che tutela del consumatore! La loro aggressività commerciale volta a procacciare nuovi abbonati costituisce la prova più evidente. Regalano ai nuovi “soci” (o clienti, boh!) perfino uno smartphone android! Chi finanzia questi oggetti promozionali?


      Io ho avuto con Altroconsumo un'esperienza terrificante e spero che prima o poi qualcuno si svegli e riporti questo marasma nei giusti canoni della legalità e trasparenza.

      Elimina

-->