BREAKING NEWS


Bilancio Aeffe SpA 2011: Bruciati 4,3 milioni di Euro.


Il Consiglio di Amministrazione di Aeffe Spa, società del lusso, quotata al segmento STAR di Borsa Italiana, che opera sia nel settore del prêt-à-porter sia nel settore delle calzature e pelletteria con marchi di elevata notorietà, tra cui Alberta Ferretti, Moschino, Pollini e JP Gaultier, ha approvato oggi i risultati consolidati relativi all’esercizio 2011. Di seguito si elencano i principali risultati che mostrano un incremento dei ricavi seppur la società continui a lavorare in perdita:

•Ricavi consolidati 2011 pari a 246 milioni di Euro, rispetto ai 219 milioni di Euro dell’esercizio 2010 (+12,1% a cambi costanti)
•Ebitda pari a 18,4 milioni di Euro (7,5% sul fatturato), rispetto all’Ebitda di 3,5 milioni di Euro del 2010 (1,6% sul fatturato), con un miglioramento di 14,9 milioni di Euro
•Perdita pre-tax pari a 1,2 milioni di Euro, rispetto alla Perdita pre-tax di 14,6 milioni di Euro del 2010, con un miglioramento di 13,4 milioni di Euro
 •Perdita netta di Gruppo pari a 4,3 milioni di Euro, rispetto alla Perdita netta di 12,5 milioni di Euro del 2010, con un miglioramento di 8,2 milioni di Euro
•Indebitamento finanziario netto pari a 98,1 milioni di Euro, rispetto all’Indebitamento finanziario netto di 95,5 milioni di Euro al 31 dicembre 201.
Massimo Ferretti, Presidente Esecutivo di Aeffe Spa, ha così commentato: “Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti nel 2011, che hanno evidenziato una crescita significativa del fatturato e un incremento più che proporzionale della marginalità. La redditività operativa è infatti migliorata nel corso del 2011 di 14,9 milioni di Euro rispetto al 2010, confermando la validità e l’efficacia delle azioni intraprese per il miglioramento dell’efficienza a livello di Gruppo. I buoni dati del portafoglio ordini per le collezioni Primavera/Estate 2012 e i riscontri positivi che stiamo registrando per la raccolta ordini delle collezioni Autunno/Inverno 2012/2013 ci rendono fiduciosi per l’evoluzione favorevole del business nell’anno in corso sia in termini di crescita del fatturato sia di incremento più che proporzionale della redditività”.
Ti potrebbero anche interessare:

0  commenti :

-->