BREAKING NEWS


Aumento di capitale Unicredit 2017, si salvi chi può


Unicredit ha lanciato l'ennesimo aumento di capitale e ancora una volta torna sul mercato a chiedere l'elemosina per poter garantire la continuità aziendale. Una situazione a dir poco scandalosa, considerato che negli ultimi 6 anni la banca ha chiuso 3 bilanci in perdita per 34,9 miliardi e 3 in utile di appena 4,5 miliardi. In sostanza Unicredit ha bruciato 30 miliardi di euro negli ultimi 6 anni.  



Bilanci di pulizia e prese in giro per gli azionisti

Ogni volta che Unicredit pubblica un bilancio in grave perdita, la pessima situazione viene giustificata dicendo che era necessario fare pulizia nel bilancio per guardare al futuro con fiducia con la prospettiva di grossi ritorni in termini di quotazione e dividendi. In realtà la pulizia sembra non avere mai fine, così come le bugie perpetrate dai vari amministratori delegati che si susseguono e mantengono la solita politica: smentire gli aumenti di capitale per poi annunciarli al momento più opportuno con importi addirittura superiori di quelli preventivati dai vari advisor.

Aumento di capitale Unicredit 2017, cosa fare?

Quando si denotano situazioni come quella attuale di Unicredit, con ripetuti aumenti di capitale e raggruppamenti azionari creati ad arte per confondere i risparmiatori, la soluzione più ovvia sarebbe una sola: darsela a gambe. Dimenticate l'esistenza di UCG ed evitate di "regalare" soldi ad un istituto che ha dimostrato di saper bruciare miliardi come fossero noccioline.


Valore del titolo Unicredit senza raggruppamenti


Al netto degli ultimi due raggruppamenti azionari di rapporto 1:10, il titolo Unicredit varrebbe la bellezza di 0.026€, cioè poco meno di 3 centesimi di euro.

Aumento di capitale 2017, il commento di un'azionista

Anche Ghizzoni ci aveva raccontato di avere ripulito i conti. Gli abbiamo dato 6 milioni di buona uscita per lasciarci 12 miliardi di buco. Dopo due raggruppamenti 10:1 ( 100 azioni pre crisi per 1 azione attuale) e tre aumenti di capitale il valore delle azioni è azzerato, risparmi vaporizzati, e i nuovi apporti non servono per acquisizioni e sviluppo, ma per pagare i buchi di soldi gettati al vento (Alitalia, Atlante &c.) nello stile pregresso Ligresti Sensi & c. In più 400 milioni di commissioni alle banche, mentre chiudono filiali, licenziano dipendenti e riducono i servizi. Nessuno sanziona e la stampa si limita alla cronaca. Pantalone paga.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88