BREAKING NEWS


Guida per fare un reclamo ad Unicredit


Se avete un reclamo da presentare nei confronti della banca Unicredit dovete rivolgervi all'Ufficio Reclami Unicredit, allegando tutta la documentazione necessaria.

Unicredit è obbligata a rispondere al vs. reclamo tramite raccomandata entro 30 giorni, oppure 90 giorni se il reclamo ha per oggetto servizi di investimento.

Ci sono varie modalità che il cliente può scegliere per presentare un reclamo ad Unicredit.

Come inviare un reclamo ad Unicredit


E' possibile compilare l'apposito form presente sul sito (FORM RECLAMI UCG), inviare una lettera raccomandata a/r o per via telematica, anche attraverso la PEC, utilizzando questi indirizzi:
UniCredit S.p.A.
Customer Satisfaction & Claims Italy
Via Del Lavoro 42 – 40127 Bologna
Telefono: +39 051.6407285 – Fax: +39 051.6407229
Email: Reclami@unicredit.eu - indirizzo Pec: Reclami@PEC.UniCredit.EU

Inutile dire che il metodo più costoso è quello della raccomandata a.r.


Esperienze negative con i reclami Unicredit

Unicredit è una banca molto grande e riceve ogni anno migliaia di reclami che vanno a finire sostanzialmente nel nulla. Se non avete prove sufficienti o non siete sicuri di avere ragione vi consigliamo di lasciare perdere. Le risposte di Unicredit saranno in ogni caso evasive e inconcludenti. 

Anche se hanno torto marcio dichiareranno sempre di avere ragione e rifiuteranno di venirvi incontro (questa è la politica del customer claim, negare sempre anche l'evidenza). 

Se invece volete portare avanti le vostre ragioni dovete armarvi di pazienza e rispondere colpo su colpo alle raccomandate. Se non ottenete nulla continuate con la lettura della guida.


Se non siete soddisfatti del Reclamo ad Unicredit


Se Unicredit non risponde o se la sua risposta è insoddisfacente, potete fare ricorso all'Arbitro Bancario e Finanziario o, in ogni caso, all'autorità giudiziaria.
Se il Cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i termini previsti, prima di ricorrere all'autorità giudiziaria, può:

1) in caso di controversie inerenti ad operazioni e servizi bancari e finanziari:


  • rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF): i) se l'operazione o il comportamento contestato è successivo alla data del 1°.1.2007; ii) nel limite di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro; iii) senza limiti di importo, in tutti gli altri casi. 

Resta ferma la possibilità per il cliente e per la Banca di ricorrere all'autorità giudiziaria ordinaria;


  • richiedere di attivare la Procedura di Conciliazione paritetica definita da UniCredit con le Associazioni dei Consumatori riconosciute a livello nazionale. La Procedura, operativa dal 1° febbraio 2011, potrà essere attivata dal Cliente-Consumatore per le seguenti esclusive controversie: - conti correnti - carte di debito - servizio di incasso e pagamenti. Il valore delle controversie non dovrà superare i 25.000 euro e si dovrà riferire ad operazioni poste in essere successivamente al 1° gennaio 2007;
  • singolarmente o in forma congiunta con la Banca, anche in assenza di preventivo reclamo, attivare una procedura di conciliazione finalizzata al tentativo di trovare un accordo. Questo tentativo sarà eseguito dall'Organismo di Conciliazione Bancaria costituito dal Conciliatore Bancario Finanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR. 


2) in caso di controversie inerenti a servizi e attività di investimento:



  • singolarmente o in forma congiunta con la Banca, anche in assenza di preventivo reclamo, attivare una procedura di conciliazione finalizzata al tentativo di trovare un accordo. Questo tentativo sarà eseguito dall'Organismo di Conciliazione Bancaria costituito dal Conciliatore Bancario Finanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR. 

  • rivolgersi all'Ombudsman-Giurì Bancario: i) se il fatto contestato è stato posto in essere nei due anni antecedenti la presentazione del reclamo; ii) nei limiti di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro; iii) senza limiti di importo in tutti gli altri casi. 

  • rivolgersi alla Camera di Conciliazione ed Arbitrato presso la Consob, non appena operativa, per controversie in merito all'osservanza da parte della Banca degli obblighi di informazione, correttezza e trasparenza previsti nei rapporti contrattuali con gli investitori.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88