BREAKING NEWS


Come sapere se ho diritto alla disoccupazione NASPI inps?


L'indennità di disoccupazione NASPI non viene data a chiunque perda il lavoro, ma devono essere rispettati requisiti particolari. Vediamo allora come sapere se si ha diritto a ricevere la disoccupazione NASPI Inps. Ci sono requisiti contributivi, lavorativi e legati al licenziamento. La NASPI infatti, non spetta a lavoratori che si sono licenziati a proprio piacimento.

Quali lavoratori possono richiedere la NASPI?



La Naspi spetta di diritto ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perso involontariamente l'occupazione, ivi compresi: gli apprendisti; i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato; il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato; i dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche Amministrazioni. 



 Chi non può richiedere la NASPI?


Non sono destinatari della indennità di disoccupazione NASpI:

  • i dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni; 
  • gli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato; 
  • i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali resta confermata la specifica normativa. 
  • i lavoratori titolari di trattamento pensionistico diretto. 


Stato di disoccupazione valido per la NASPI


Si considerano disoccupati i lavoratori privi di impiego, che dichiarano al Centro per l’Impiego la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa ed alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro.

L'indennità non spetta nelle ipotesi in cui il rapporto di lavoro sia cessato a seguito di dimissioni o risoluzione consensuale.

Casi particolari in cui spetta ugualmente la NASPI

  • dimissioni durante il periodo tutelato di maternità – da 300 giorni prima della data presunta del parto fino al compimento del primo anno di vita del figlio - ovvero di dimissioni per giusta causa.
  • risoluzione consensuale, solo in alcuni casi
  • dimissioni per giusta causa

Altri requisiti fondamentali per la NASPI


  • Sono necessarie almeno tredici settimane di contribuzione contro la disoccupazione nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione. Per contribuzione utile si intende anche quella dovuta ma non versata. Ai fini del diritto sono valide tutte le settimane retribuite, purché risulti erogata o dovuta per ciascuna settimana una retribuzione non inferiore ai minimali settimanali
  • Sono necessarie almeno trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione. Per giornate di effettivo lavoro si intendono quelle di effettiva presenza al lavoro, a prescindere dalla loro durata oraria.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88