BREAKING NEWS


Sei motivi per investire in ETF


ETF, o Exchange Traded Funds: è probabile che ne abbiate sentite parlare, ma probabilmente non sapete perché inserirli nel vostro portafoglio. La verità è che gli ETF sono un modo facile ed a basso prezzo per investire rispetto ai vari mercati azionari ed obbligazionari, e presentano commissioni di sottoscrizione inferiori rispetto ai fondi comuni. Ma nonostante abbiano ottenuto larghi consensi da parte degli investitori e molta attenzione dai media, molte persone hanno ancora domande a riguardo come, ad esempio, “perché dovrei investire in ETF?” e “Come li acquisto?


In questo post ci dedicheremo a ignorare tutto, e parleremo di alcuni fatti prioritari sugli ETF: una volta che ne avrete compreso i benefici, vedrete in che modo possono essere un modo intelligente e agevole per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi finanziari, al di là della vostra età, della vostra esperienza negli investimenti e di quanto denaro volete investire.



Cosa sono gli ETF

Gli ETF sono particolari tipi di fondi d’investimento o SICAV, che sono negoziati in Borsa al pari delle azioni, ed hanno come obiettivo unicamente il replicare l’indice benchmark al quale fanno riferimento, tramite una gestione totalmente passiva. Nel dettaglio, riassumono le caratteristiche dei fondi comuni e delle azioni, consentendo ad entrambe di sfruttare le caratteristiche positive di ambedue gli strumenti, con una riduzione del rischio proveniente dai fondi ed una flessibilità caratteristica delle azioni. E nel corso del tempo, potrebbero farvi ottenere un rendimento maggiore rispetto ad un pari investimento in un fondo di pari tipologia.


Perché scegliere un ETF?

Semplicemente, gli ETF possono aiutarvi a:
  1. Risparmiare denaro: i gestori degli ETF tendono a mantenere le commissioni basse gestendo un fondo per seguire un indice benchmark, e la tassazione sul capital gain degli ETF è uguale rispetto ai fondi. Nel lungo termine, però, le commissioni basse possono essere un benefit non indifferente. E non è impossibile trovare alcuni broker che vi consentiranno di investire in ETF gratuitamente.

  2. Diversificare il portafoglio: esistono molti ETF che si adattano ai vostri obiettivi d’investimento, che si tratti di realizzare una zona centrale diversificata in un portafoglio che si estende su mercati esteri, investire in opportunità a breve o medio termine oppure puntare ad attutire l’effetto di mercati eccessivamente fluttuanti. Un singolo ETF può aiutarvi ad ottenere un’ampia diversificazione, grazie al suo contenere sia azioni sia obbligazioni. Oppure, può contenere specifiche asset class, settori, aree geografiche o nazioni.
  3. Catturare rapidamente le opportunità di mercato: gli ETF offrono la medesima flessibilità delle azioni, quindi saprete quotidianamente le loro quotazioni, in modo da poterle comprare e rivendite durante gli orari di apertura dei mercati.

  4. Ottenere reddito aggiuntivo: molti ETF pagano dei dividendi, e alcuni si concentrano esclusivamente su aziende che pagano dividendi con un certo peso, il che può essere interessante se cercate un reddito potenziale regolare. Gli ETF sono anche un modo agevole per accedere ai mercati obbligazionari;

  5.  Mitigare il rischio: c’è un numero crescente di ETF che possono aiutare ad arginare il rischio cambio sugli investimenti stranieri, ridurre la volatilità del mercato o concentrarsi su specifici fattori come aziende orientate alla crescita.

  6. Continuare ad investire: piuttosto che depositare il denaro in conti deposito a basso interesse, potete investire in ETF ed avere ancora il potenziale per guadagnare rendimenti dai mercati, mentre risparmiate per obiettivi a breve termine o selezionate specifiche azioni od obbligazioni da acquistare. Certo, investire in ETF ha un rischio ed una volatilità maggiori dei conti deposito, ma potreste avere accesso ad un potenziale di crescita ben superiore.



Conclusioni



Gli ETF non sono uno strumento finanziario del tutto nuovo, esistono da almeno 20 anni e molti investitori – dai più prudenti a quelli più spregiudicati – stanno tornando ad essi. A livello mondiale sono circa 3,5 i miliardi di euro investiti in ETF, ed il numero continua a crescere. E sembra che essi siano l’unica risposta alla domanda che molte persone si pongono sugli investimenti: “Come posso guadagnare di più, ed essere sicuro di star investendo in modo intelligente sui mercati mondiali?” E che voi stiate lavorando a stretto contatto con un promotore finanziare, o gestiate i vostri investimenti autonomamente, gli ETF possono aiutarvi a costruire un portafoglio diversificato con costi gestione ridotti. Potete usare gli ETF per obiettivi specifici, come generare reddito, o agire sulla vostra visione del mercato senza raccogliere autonomamente la sfida di scegliere in autonomia azioni o obbligazioni singolarmente: quale che sia il vostro obiettivo, potrete quasi sicuramente trovare un ETF adatto a voi.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88

-->