BREAKING NEWS


Quando e come iniziare ad investire per la pensione?


Quando ci si domanda “quando iniziare ad investire per la pensione”, vi sono due risposte che sono entrambe corrette: la prima è “ieri”, mentre la seconda è “proprio adesso”. Non importa quali siano gli obiettivi per la pensione che vi prefissate, è sempre più facile iniziare a raggiungere quegli obiettivi quanto prima ci si mette a risparmiare. Andiamo a capire perché.

L’enorme differenza dell’iniziare prima



La differenza fra iniziare prima o iniziare dopo è così enorme da essere quasi inimmaginabile. Iniziate a pensare, ad esempio, ad una persona che inizia a metter da parte circa 6.000 euro l’anno da quando ne ha 26, mettendo il denaro in un conto destinato esclusivamente al proprio pensionamento. Per semplicità di calcolo consideriamo, ad esempio, che il denaro sia stato versato in un conto corrente, e annualmente investiti in obbligazioni con un tasso dell’8% (ipotetico, in quanto è molto difficile trovare un prodotto che abbia un tasso simile ed un ischio accettabile). A 35 anni decide di interrompere i versamenti, ma continua a reinvestire annualmente in prodotti analoghi. Beh, trenta anni dopo, a 65 anni, l’investimento complessivo di 60.000 avrà guadagnato circa un 8% annuo, e varrà circa 1 milione di euro (al netto delle tasse). Immaginate, ora, un individuo che attende i 35 anni per iniziare a risparmiare, e poi investe alla stessa maniera del primo 6.000 euro l’anno, continuando fino ai 65 anni. Nonostante il fatto che abbia messo da parte 20 anni in più d’investimento, il suo ritardo nel risparmio lo porterà a circa 750.000 euro.

Molti non riescono a comprendere perché funzioni così, ma il fatto è che la persona che ha risparmiato solo fra i 25 e i 35 anni ha già messo da parte 100.000 euro, che poi hanno continuato a guadagnare introiti annuali.

I fattori da considerare


Alcuni degli importanti fattori da considerare quando si pianifica per il pensionamento e si inizia ad impostare un piano di risparmio sono l’età alla quale si vuole andare in pensione (salvo eventuali cambiamenti dovuti all’aumento dell’età pensionabile) e quanto si vuole percepire mensilmente. Cose importanti da considerare, fra l’altro, sono gli effetti di tasse ed inflazione: l’inflazione eroderà costantemente il potere d’acquisto, e ciò che a 35 anni può sembrare un importo adatto come importo mensile, sicuramente non lo sarà più in avanti. Chi, ad esempio, aveva iniziato a lavorare negli anni 40 non avrebbe mai immaginato bollette elettriche da 150 euro (300.000 lire), né un prezzo al litro per la benzina di 1,53 euro. Per quanto, invece, riguarda le tasse, la storia insegna che il loro unico è andamento è strettamente crescente.


Come iniziare a risparmiare per la pensione


Oltre ad iniziare a risparmiare quanto prima possibile, il passo successivo è impostare un piano di risparmio creato per raggiungere gli obiettivi di pensionamento decisi, e seguire esclusivamente il piano. Ecco una delle migliori ragioni per le quali iniziare a risparmiare al più presto possibile: l’abitudine di risparmiare denaro e metterlo da parte regolarmente è sempre più facile da generare, quanto prima nel corso della vita si inizia.

Il mondo degli investimenti per la pensione è molto variegato. Si spazia dai fondi pensione ai semplici depositi vincolati, da rinnovare o cambiare annualmente, e ognuno (anche a causa degli scarsi importi erogati dall’INPS) deve pensare personalmente al proprio pensionamento. Anche – e soprattutto – a causa delle costanti voci relative ad un prossimo possibile fallimento dell’INPS, che rende assolutamente inadeguato l’affidamento al nostro sistema contributivo.

L’offerta, sul mercato, è molto ricca. Si va da fondi pensione azionari a obbligazionari, anche con versamenti volontari mensili. Il consiglio sarebbe, per i primi 10 anni lavorativi (o, comunque, non oltre i 35 anni) di puntare ad un fondo puramente azionario, visto che in gioventù un rischio maggiore è sicuramente più accettabile. Col passare del tempo, passare ad un investimento 50% obbligazionario per raggiungere, negli ultimi 5-10 anni lavorativi, un investimento obbligazionario puro.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88