BREAKING NEWS


Tassazione dei guadagni forex nel 2015


Sul reddito prodotto dal Forex durante l'anno 2015, la tassazione è del 26%.

Per l'Agenzia delle Entrate, i profitti Forex vengono inquadrati come Plusvalenze di natura finanziaria.  Oltre al Forex ricadono in questa categoria anche tutti gli altri CFD, i prodotti futures e i forward. Se il broker opera in regime dichiarativo il cliente è tenuto a dichiarare le plusvalenze e le minusvalenze registrate durante l'anno. Se invece il broker opera in regime amministrato il cliente non è tenuto a dichiare nulla in quanto già dichiarato dall'intermediario che si occupa di prelevare dal conto del cliente anche l'eventuale tassa.



Per dichiarare questi redditi bisogna compilare alcuni campi del modello unico 2015.

I quadri dell'UNICO 2015 di interesse per il FOREX sono essenzialmente due: RT ed RW.

Il quadro RW va compilato unicamente nel caso in cui il broker con cui si opera depositi i fondi all'estero.

PS: se si opera con un broker che ha permesso di scegliere il regime di tassazione AMMINISTRATO non si dovrà dichiarare alcun reddito, in quanto lo stesso broker preleva direttamente l'imposta alla fonte e opera in qualità di sostituto d'imposta per conto nostro.


I broker che offrono questo servizio sono attualmente Activtrades (il primo in Italia),  XTB e Ig Market.

Di seguito una guida che, anche se non aggiornata al 2015, permette di capire alcuni passaggi nella dichiarazione sul modello Unico.

Scarica la guida pdf 2015 tassazione sul forex:




Guida tassazione forex


0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88

-->