BREAKING NEWS


Quanto guadagna un infermiere?


Gli infermieri non restano mai disoccupati.
Difficile calcolare quanto guadagna un infermiere. Al di là delle tabelle di riferimento del contratto nazionale, infatti, a determinare la retribuzione ci sono poi diverse voci variabili: indennità di funzione, di risultato, lavoro notturno, straordinari. In genere, lavorando in ospedale si parte con 1.300 euro al mese ed, al massimo della carriera, si arriva ai 2.500. Ma ci sono diverse possibilità di lavoro e retribuzione che vedremo in seguito... E non si rischia mai di restare disoccupati: la professione infermieristica non conosce disoccupazione.
Sulle riviste rivolte alla categoria ci sono decine di inserzioni pubblicitarie che offrono lavoro, così come sui diversi siti internet specializzati.
E la professione di infermiere è tra le poche a consentire il meccanismo della “porta girevole”, che riguarda soprattutto le donne: si comincia a lavorare intorno ai 25 anni, poi si interrompe dopo qualche anno per curare i figli e, quando sono un po’ cresciuti, si comincia nuovamente a lavorare.
Una scelta impensabile per altri profili lavorativi, che non riuscirebbero mai a trovare nuovamente un posto disponibile.

Esistono varie tipologie di guadagno per gli infermieri vediamo quali:
  • OSPEDALI PUBBLICI.
    Nelle strutture pubbliche un inferimiere specializzato guadagna uno stipendio su 13 mensilità che va dai 1200,00€ ai 1500,00€ in base a indennità, straordinari, ed eventuali assegni familiari. Difficilmente con l’età e l’esperienza questo stipendio cresce perchè è regolamentato dai rinnovi di contratto nazionali.
  • OSPEDALI/CLINICHE PRIVATE CON CONVENZIONI.
    Uguale come per le strutture pubbliche, anche per quelle private, guadagnano le stesse cifre.
  • OSPEDALI/CLINICHE PRIVATE.
    Per le strutture private, gli stipendi, anche se dovrebbero essere comparati a quelli delle strutture pubbliche, non sempre arrivano alle cifre sopra indicate. Infatti molti infermieri specializzati che vengono assunti nelle strutture private non arrivano a guadagnare veramente un intero stipendio di 1200/1500 euro. Ma esistono, anche se sono pochi, gli infermieri che lavorano in strutture private di lusso o comunque di fascia alta che possono arrivare a guadagnare anche quasi il doppio dello stipendio sopra menzionato.
  • ASSISTENZA DOMICILIARE SANITARIA.
    Questa forma di lavoro, per gli infermieri, è molto redditizia a patto di essere molto preparati e particolarmente bravi a creare eccellenti rapporti umani. Moltissime persone hanno bisogno periodicamente dell’intervento di un infermiere o di un’infermiera per medicazioni, infiltrazioni, flebo, e altre cura che non necessitano il ricovero. Gli interventi possono essere retribuiti da 10,00€ fino anche a 50,00€. Spesso, per gli infermieri che sono riusciti nel tempo a crearsi una buona nomea e un buon numero di malati da seguire, i guadagni possono diventare anche maggiori degli stipendi sopra menzionati. Inoltre è molto comune che gli infermieri, lavorino in un ospedale e poi vanno a fare le visite a domicilio.
  • ASSISTENZA NOTTURNA IN OSPEDALE O A DOMICILIO.
    Questa tipologia di assistenza è molto ben pagata anche se il lavoro non è per tutti. Infatti, in genere l’assistenza domiciliare, o in ospedale, notturna si fa su turni di 12 ore e molto spesso non si chiude occhio. La retribuzione può andare da 100,00€ a quasi 200,00€ a notte in base all’impegno e alla difficoltà.

0  commenti :



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88

-->