BREAKING NEWS


Aliquote ICI IMU 2012


L' Imposta Municipale Unica (Imu) prevede delle aliquote diverse per la prima casa od altre proprietà. L'IMU 2012 sostituisce sia l’Irpef sui redditi fondiari delle seconde case, sia l'Ici, introdotta nel 1992 e presto diventata una delle entrate più importanti nel bilancio dei Comuni, prima di essere abolita per le prime case. Sono tenuti a pagare l'IMU tutti i possessori di fabbricati o terreni, compresa l'abitazione principale e le sue pertinenze.

Le aliquote Imu (ICI) 2012 possono essere fissate da ciascun Comune aumentando o diminuendo l'aliquota ordinaria, secondo questo schema.
 Calcola l'importo IMU 2012
La rendita catastale (non il valore catastale) può essere ricavata dall’atto di compravendita oppure ricercata sul sito dell’Agenzia del Territorio, inserendo il proprio codice fiscale e gli estremi catastali dell’immobile.Il sistema di calcolo applica le seguenti variabili:
  • a) aliquota per la prima casa 4 per mille (0,4%);
  • b) aliquota per la seconda casa 7,6 per mille (0,76%);
  • c) rivalutazione della rendita catastale del 5%;
  • d) detrazione di € 200 per la prima casa;
  • d) detrazione di € 50 per ogni figlio di età fino a 26 anni convivente nella prima casa fino al massimo di € 400,00 (valevole solo per gli anni 2012- 2013);
  • e) applicazione dei seguenti moltiplicatori, in funzione della categoria catastale: categoria A, C/2, C/6, C/7 moltiplicatore 160 categoria. B, C/3, C/4, C/5 moltiplicatore 140 categoria A/10, D/5 moltiplicatore 80 categoria D moltiplicatore 60 (65 dal 1.1.2013) categoria C/1 moltiplicatore 55

12  commenti :

  1. "I CITTADINI ITALIANI STANNO PER PRENDERE ATTO DELLA PEGGIORE STANGATA CHE
    MAI E' STATA INFERTA LORO DALL'AVVENTO DELLA REPUBBLICA E CIO' AVVERRA'
    APPENA, PASSATE LE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE, VEDRANNO DEFALCATI
    STIPENDI E PENSIONI PER LE AGGRAVATE ALIQUOTE COMUNALI E REGIONALI DELLE
    RELATIVE ADDIZIONALI IRPEF E, SOPRATTUTTO, CON LA NUOVA IMU RESA
    INSOPPORTABILE DALLA MAGGIORAZIONE DEL SESSANTA PER CENTO DELLE RENDITE
    CATASTALI DEGLI IMMOBILI.

    QUESTO MENTRE CONTINUANO SPRECHI,ABUSI E RUBERIE NELLA SPESA PUBBLICA SENZA
    ALCUN PROGRAMMA ED INTERVENTO DI VERO CONTRASTO.

    I PLATEALI BLITZ A CORTINA , FIRENZE ETC LASCERANNO IL TEMPO CHE TROVANO
    PERCHE' I PROFESSIONISTI DELL'EVASIONE TROVERANNO LE CONTROMISURE PIU'
    SOFISTICATE (AUMENTO DEI COSTI FITTIZI, ETC.) E COSI' TUTTO RITORNERA' COME
    PRIMA TANTO IL PRELIEVO FISCALE CONTINUERA' A GRAVARE SUGLI IMMOBILI DEI
    NORMALI CITTADINI, MENTRE I SOLITI E NOTI FURBI NON PAGHERANNO IL DOVUTO
    INTESTANDOLI A SOCIETA' MAGARI CON SEDE NEI PARADISI FISCALI E SCARICANDO
    ANCHE LE SPESE DEL GIARDINIERE E DELL'AUTISTA.

    CHE FARE?

    INIZIAMO ALMENO A PROMUOVERE AZIONI COLLETTIVE (CLASS ACTION, RACCOLTE
    FIRME PER LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE, ETC. ??) CONTRO L'IMU CHE, COME LA
    PRECEDENTE ICI, E' PALESEMENTE INCOSTITUZIONALE PERCHE' COSTITUISCE UNA
    DUPLICAZIONE D'IMPOSTA (PAGHIAMO GIA' L'IRPEF SUI REDDITI IMMOBILIARI) E
    SOPRATTUTTO PERCHE' VIOLA IL PRINCIPIO COSTITUZIONALE DELL'ART. 53 POICHE'
    NON VIENE PARAMETRATA ALLA CAPACITA' CONTRIBUTIVA DEL SINGOLO CITTADINO MA
    ALLA RENDITA CATASTALE RIVALUTATA IN MODO LINEARE DEL SESSANTA PER CENTO
    DELL'IMMOBILE E CON ALIQUOTA DIVERSIFICATA COMUNE PER COMUNE IN BASE AI
    DEBITI FATTI DAI PESSIMI AMMINISTRATORI LOCALI.
    "

    RispondiElimina
  2. PRENDIAMO CIASCUNO UN BASTONE E DIRIGIAMOCI VERSO I PALAZZI DEL POTERE, DI FRONTE A MILIONI DI BASTONI,FORSE QUALCOSA POTRA CAMBIARE, MA SONO CERTA TUTTO QUESTO NON AVVERRA MAI.

    RispondiElimina
  3. se sei proprietario hai già abbondantemente pagato il tuo appartamento con contanti, mutuo e relative tasse. ora pagherai l'affitto della tua proprietà: al condominio e allo stato. Perchè qualcuno non comincia a parlare delle spese condominiali gonfiate a dismisura e sulle quali nessuno indaga?

    RispondiElimina
  4. Per azzerare il debito pubblico, basterebbero i seguenti provvedimenti:
    1)dimezzare il numero dei politici a tutti ilivelli (Governo centrale - governo regionale, governo provinciale e governo comunale)
    2)Ridurre del 90% il contributo pubblico ai partiti

    RispondiElimina
  5. No non con i bastoni. Io spero piuttosto che il prossimo che vuole farla finita per i troppi debiti si imbottisca di esplosivo e si lanci contro i palazzi del potere a Roma. Cosi' la finiamo una volta per tutte con sti vecchiacci politici del cazzo che mangiano e bevono alle nostre spalle e si riempiono le tasche aumentando le tasse qua e la e creando leggi a loro uso e consumo........ Bastardi Morite Tutti!!!!!

    RispondiElimina
  6. le tasse le pagano solo i coglioni che le hanno sempre pagate chi a evaso evaderà sempre

    RispondiElimina
  7. Perchè non vi ricordate di tutto questo quando andate a votare?

    RispondiElimina
  8. Auguro ai "nostri" politici tutto il male possibile.

    RispondiElimina
  9. Ricordarci di questo quando si va a votare?
    Perchè? Voi sapete chi votare? C'è qualcuno tra coloro che sono stati al Governo Destra o Sinistra che sia, che abbia dimostrato con atti concreti di voler cambiare qualcosa? Anche i Leghisti che con le loro grida contro "Roma Ladrona" lasciavano intendere che avrebbero raddrizzato l'Italia, seduti nelle poltrone del potere, locale e nazionale, si sono dimostrati come gli altri anzi peggio degli altri.

    RispondiElimina
  10. Egregi connazionali, ricordiamo sempre che i politici italiani non sono sbarcati da Marte li abbiamo votati noi. Lega inclusa. Informazione informazione informazione libera.

    RispondiElimina
  11. Sempre a lamentarsi,incredibile.
    Stiamo diventando mezzi zingari come i greci.
    Smettetela!
    Avete vissuto sopra le vostre possibilita' ed avete creato un debito pubblico enorme.
    Adesso dobbiamo sistemare le cose.
    Non indebitandoci,pagando i debiti pregressi e pagando le tasse.
    Tutti!
    Facile e di moda lamentarsi.
    Ma inutile.
    Lavorare e pagare le tasse,torniamo ad essere persone serie e laboriose.
    Poi,se riusciamo,aiutiamo anche i greci.
    Ma avendo in mente il modello tedesco.

    RispondiElimina
  12. Chissà perchè le detrazioni e agevolazioni le hanno sempre le famiglie aperte di divorziati con figli altrui e tutta la tassazione si concentra su chi non può permettersi una famiglia per il basso reddito e vive pure da solo...magari pure sfigato-non raccomandato sul lavoro, figlio unico e orfano: esistono anche questi casi..e sicuramente vanno più tutelati di chi invece ingrassa sfasciando famiglie e si permette di fare figli a raffica: si vede che il reddito glielo consente!!!!! Se poi siamo un paese che non fa figli..ringraziamo i nostri politici........

    RispondiElimina



MarketMovers.it -Blog finanziario -2016-2017. © Alcuni diritti riservati. Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia . Grafica by Rulez88